Piano di Sorrento incendio doloso sulla S.S. 163 verso Positano. Rischio Villa Palagiano. News Foto VIDEO

0

(per vedere vai sotto o clicca qui foto o video ) A  Piano di Sorrento si sta sviluppando un incendio di vaste proporzioni, sulla SS 163. Il fatto sta avvendendo  nello stesso punto dove è caduta la piccola frana del 26 ottobre scorso che ha interrotto il transito da Positano verso Sorrento. L’incendio si è sviluppato nella tarda mattinata, nella parte inferiore della carreggiata, nei pressi della villa Palagiano, famiglia di Sant’Agnello, che ha rischiato di prendere fuoco, per poi svilupparsi su anche nella parte superiore della carreggiata, provocanto la caduta di pietrame sulla strada. Il fuoco è divampato per tutta la notte fin su quasi Arola di Vico Equense provocando ingenti danni.

STRANO INCENDIO STRANA CHIUSURA

Oggi si è avuta la certezza dei lavori che avrebbero dovuto mettere fine alla  lunghissima e immotivata chiusura di entrambe le carreggiate della S.S. 163. Altrove, come a Conca dei Marini, sono stati messi semafori con senso unico alternato, facendo passare i mezzi pubblici. Ma più strana ancora è la totale assenza di interventi. Dopo tre settimane di totale inerzia, senza un solo giorno di lavoro, il limbo assoluto, arriva finalmente la notizia di un provvedimento di stanziamento di fondi. Appena arriva questa notizia ufficialmente arriva un incendio nello stesso posto,  in pieno inverno, addirittura su  due fronti, sopra e sotto la strada. Ciò provocherà l’ampliamento dell’intervento ed un incremento di fondi.

STRADA CHIUSA DA QUASI UN MESE SENZA NESSUN INTERVENTO

Una vicenda che non ha precedenti nella storia recente del nostro territorio. Un mese nel limbo. La strada che congiunge  dalla penisola sorrentina alla costa d’ Amalfi è chiusa  dal 26 ottobre con mille problematiche, una chiusura strana perchè in quasi un mese non si è venuto a capo di un responsabile che doveva eseguire i lavori.

ORDINANZA CONTRO I PRIVATI POI LA STASI. ARRIVANO I FONDI, ARRIVA L’INCENDIO

Un’ordinanza contro privati da rintracciare per tutta Italia era partita dal Comune di Piano il 4 novembre, poi la stasi.  L’intervento del sindaco di Positano Michele De Lucia, la protesta dei genitori con un sit in sulla strada, la stampa che ne ha parlato. Ieri l’impegno del Genio Civile della Regione Campania in danno all’Anas, ritenuta responsabile del fatto, perchè il costone interessato dalla frana era stato oggetto di lavori di ampliamento della carreggiata,  resa nota oggi. Troppo strana la coincidenza che appena messa in rete la notizia scoppia un incendio chiaramente doloso.

L’INTERVENTO DELLE AUTORITA’ E DELLA PROTEZIONE CIVILE. SI PASSA POI A PROPRIO RISCHIO E PERICOLO

Sul posto vigili del fuoco, carabinieri e protezione civile di Piano di Sorrento, ma anche da Positano. La strada è stata presidiata e chiusa poi, a tarda serata, sono passati dei camioni che era impossibile mantenere dall’altra parte. In mancanza di controlli si passa ma a proprio rischio e pericolo. I pendolari e gli studenti, appiedati da un mese, hanno comunque perso un giorno di studio o di lavoro. E sono pure fortunati, poteva andare peggio.

Per altre notizie qui di seguito

PIANO DI SORRENTO STRADA INTERROTTA PER POSITANO CAMION BLOCCATI I CONSIGLI PER  LE VIE ALTERNATIVE CLICCA QUI
 

INCENDIO SOPRA E SOTTO LA STRADA STATALE 163 A PIANO DI SORRENTO PER POSITANO MASSO SU CARABINIERE CHE RISCHIA VITA CLICCA QUI

ATTO CRIMINALE CONTRO POSITANO SI DENUNCI ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA E SIAMO UNITI

Lascia una risposta