Euro 2012 – Il Trap ce l´ha fatta, Irlanda a Euro 2012

0

 

Basta un pareggio con l’Estonia; avanti anche Croazia e Repubblica Ceca. L’impresa più significativa è dei cechi, che dal 1996 si sono sempre qualificati alla fase finale dell’Europeo: decide Jiracek all’81. Doppietta di Ronaldo nel 6-2 alla Bosnia

CROAZIA-TURCHIA 0-0

 

La Croazia si è qualificata per i prossimi Europei di Polonia e Ucraina. La squadra di Slaven Bilic ha pensato soprattutto ad amministrare il risultato ottenuto all’andata contro la Turchia, un 3-0 che ha pesato tanto e che ha fatto maturare il pareggio per 0-0 con cui si è chiusa la sfida disputata a Zagabria. I ragazzi di Guus Hiddink hanno fatto la partita tenendo il pallino del gioco in mano per gran parte dei 90 minuti, dimostrando però la scarsa pericolosità offensiva. Anche la sfortuna si è abbattuta sulla Turchia che ha colpito un palo al 4′ con Inan mentre al 64′ è stato Pletikosa a salvare su una bella giocata di Altintop.

 

MONTENEGRO-REPUBBLICA CECA 0-1

 

La Repubblica Ceca conferma il 2-0 inflitto all’andata al Montenegro che deve dire addio ai sogni europei. A volare in Polonia e Ucraina è la formazione di Michal Bílek che si ripete Podgorica (Podgoriza) con il risultato di 1-0. La squadra di casa non è riuscita a compiere l’impresa che chiedeva Branko Brncic. Il tecnico montenegrino ha cercato di caricare i suoi in conferenza stampa ma chi doveva davvero prendere per mano i compagni, ovvero Vucinic e Jovetic non sono stati all’altezza. Le occasioni buone per il Montenegro capitano sui piedi di Damjanovic al 40′ (il suo tiro però finisce a lato) e Dzudovic al 54′, anche lui non trova la porta. Il gol ceco arriva all’81’ con Jiracek. Dal momento della sua divisione, nel 1993, la Repubblica Ceca si è sempre qualificata per la competizione continentale.

 

IRLANDA-ESTONIA 1-1

 

L’Irlanda guidata da Giovanni Trapattoni si qualifica per Euro2012. Dopo il 4-0 di Tallinn, la nazionale irlandese va avanti nonostante il pari per 1-1 di Dublino contro l’Estonia: padroni di casa avanti al 32′ con Ward, pareggio di Vassiljev al 57′.

 

PORTOGALLO-BOSNIA 6-2

 

Soffre, ma alla fine si qualifica anche il Portogallo di Cristiano Ronaldo, mattatore della serata nel match giocato al Da Luz di Lisbona. Il fenomeno del Real Madrid firma due gol, ma la Bosnia rimane in partita fino al 72′ nonostante l’inferiorià numerica per il rosso al laziale Lulic. Il match si sblocca dopo soli 8′ col primo gol di Ronaldo, mentre al 24′ Nani firma il raddoppio. Prima dell’intervallo è Misimovic, su calcio di rigore a riaprire i giochi. A inizio ripresa, Lulic si fa cacciare e Ronaldo segna ancora (53′); sembra finita, ma Spahovic accorcia nuovamente per la Bosnia al 65′, prima che si scateni Helder Postiga (doppietta) e il genoano Miguel Veloso.

fonte:eurosport

visita il mio blog

http://calcionapoli.positanonews.it