Cava de Tirreni impediva alla moglie di curarsi . Denunciato e allontanato da casa

0

Cava de’ Tirreni. Non aveva accettato la malattia della moglie e da quando la donna era costretta a letto per i postumi di un’emorragia cerebrale aveva deciso di abbandonarla a se stessa: l’aveva privata di ogni cura ed assistenza, aveva licenziato la sua badante per lasciarla in uno stato di abbandono e sofferenza. E non solo. Continuava a minacciarla ed offenderla con ingiurie ed epiteti d’ogni genere. Gli stessi che rivolgeva anche ai loro due figli. Ieri gli agenti della polizia giudiziaria del commissariato di Cava hanno eseguito nei confronti dell’uomo, B.S. 71 anni, residente in via Carillo, un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare emessa dal Gip del Tribunale di Salerno. Il provvedimento è stato emesso a seguito di un lungo ed accurato lavoro di polizia giudiziaria da parte degli uomini del commissariato di Cava, diretto dal vicequestore Giuseppe Marziano. L’anziano dovrà dunque rispettare l’obbligo di allontanamento dalla casa in cui vive la sua famiglia in via Carillo, e dovrà inoltre stare lontano anche da tutti i luoghi abitualmente frequentati dai suoi familiari, come i loro posti di lavoro. Una storia di soprusi legata al dolore e alla sofferenza fisica. A differenza dei molti casi registrati in città negli ultimi tempi, all’origine dei maltrattamenti non c’è la gelosia, il rifiuto, la fine di una storia d’amore quanto piuttosto la sofferenza e l’incapacità di accettarla. E, soprattutto, la violenza non si sarebbe consumata con maltrattamenti fisici. Secondo la ricostruzione, fornita dalla polizia, l’uomo non avrebbe mai picchiato la moglie cinquantottenne e i suoi due figli di 39 e 30 anni, ma avrebbe tenuto un comportamento omissivo, vessatorio, fatto di privazioni, minacce ed ingiurie nei confronti della sua consorte colpita qualche tempo fa da un ictus cerebrale. L’uomo avrebbe deciso di abbandonarla al suo stato di sofferenza privandola di ogni cura ed assistenza. Nei mesi scorsi l’anziano avrebbe impedito alla moglie di avvalersi delle cura di una badante e contro il parere dei suoi due figli avrebbe licenziato la donna che si occupava della sua assistenza. E non solo. Secondo il racconto dei figli, raccolto in una serie di denunce presentate agli uomini del commissariato di polizia, l’uomo continuava a minacciarla e a rivolgerle offese ed ingiurie. Un comportamento di ostilità che manteneva anche nei confronti dei due figli. Dopo mesi di indagini condotte dalla polizia giudiziaria del commissariato cavese, il gip del tribunale di Salerno ha emesso un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare. Provvedimento che è stato eseguito nella stessa giornata di ieri.