Strada chiusa per Positano da Piano di Sorrento l´Anas vuole fare un muro. AGGIORNAMENTI VIDEO

0

IN FONDO AGGIORNAMENTI (Clicca sopra “foto” per le immagini “video” per l’intervista al sindaco) L’Anas vuole fare un muro sulla Strada Statale Amalfitana 163 per Positano, sul territorio di Piano di Sorrento, in penisola sorrentina, ma principale collegamento per l’area di principale interesse per le due cittadine della costiera amalfitana e l’autostrada Napoli-Salerno.

I pendolari sono senza mezzi pubblici dal 26 ottobre e Positano e Praiano rimarranno isolate forse fino a Natale visti i ritardi delle istituzioni (il Comune di Piano di Sorrento ha fatto ordinanza solo il 4 novembre scorso non ancora notificata ai privati) e le complicazioni burocratiche che sono nate per una banale caduta di pietrame sulla strada statale 163 amalfitana. Le auto private passavano comunque, a loro rischio e pericolo, sia di danni che di contravvenzioni, ed i danni sociali erano limitati dall’autorganizzazione. L’anas però oggi avrebbe deciso di alzare un muro per impedire totalmente il transito a chiunque, anche alle macchine private; un danno gravissimo per Positano e costiera amalfitana ma anche per la penisola sorrentina, i cui esercizi commerciali sono frequentati da molte persone provenienti dalla costiera.

Precisiamo che il muro non è stato ancora alzato, ma l’Anas compartimento di Napoli, Regione Campania, ha intenzione di farlo. Sta arrivando la ditta che dovrebbe provvedere. Per cui lo scopo di questo articolo è evitare che ciò avvenga.

 

ORE 12

“Dobbiamo fare una manifestazione sul posto – dice Antonino De Gennaro – assurdo che vogliano chiuderci la strada senza neanche aver cominciato i lavori”.

“L’Anas è stata allertata con un fax partito dal Comune di Piano di Sorrento a causa della caduta di altro pietrame sulla strada – dice il sindaco di Positano Michele De Lucia – verranno rinforzate le misure di chiusura di una strada che, ricordiamolo, è interdetta. Sto in contatto con le prefetture di Salerno e Napoli e con l’Anas, mi assicurano che non si alzerà un muro. In ogni caso se gli enti preposti o i privati non intervengono subito siamo disposti a farlo anche noi come Comune di Positano, anche se non ne abbiamo la competenza territoriale visto i danni che si stanno ripercuotendo sulla popolazione.”

ORE 14

Siamo andati sul posto con Massimo Capodanno e abbiamo fatto delle foto. La strada era ancora senza muro. Al momento sono stati fatti dei tubolari. C’è il personale Anas. Il sindaco Michele De Lucia di Positano è andato sul posto. Non si sono visti amministratori del Comune di Piano di Sorrento, ne dell’altro comune, quello di Praiano, pure danneggiato dai pendolari. Graziano Maresca responsabile dell’ufficio tecnico di Piano di Sorrento dice che non sa nulla di un eventuale muro. C’è molta agitazione e nervosismo. Preoccupazioni di molti. Alcuni mettono un’auto dei colli per fare la spola da un lato all’altro eventualmente a piedi. La ditta Cioffi di Ravello è a Castellammare a prendere i mattoni siporex.

ORE 16

Sul posto ci sono sempre gli operai dell’Anas. Sono arrivati per un sopralluogo alcuni tecnici anche del Genio Civile della Regione Campania. Il sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero è a Londra per la borsa del turismo. Arriva l’operatore video Diego Ambruoso per Positanonews, sempre sul posto altri corrispondenti della nostra testata dalla penisola sorrentina. La strada non verrà chiusa questa sera perchè gli operai finiscono il loro turno lavorativo alle 16,30. Il vicesindaco di Piano di Sorrento Vincenzo Iaccarino si sta attivando per far accellerare la situazione ingarbugliata dal fatto che ai proprietari del costone, al momento, non sono ancora state notificate le ordinanze. Ma sbucano fotografie d’epoca che proverebbero che non vi sarebbero loro responsabilità. L’unica strada è agire in danno. La strada è ancora aperta ma c’è molta confusione sul posto. Alle 18 ulteriore aggiornamento su positanonews

ORE 18

La strada non è stata chiusa con il muro ma il panico ha preso in molti che, convinti che si chiudesse, hanno messo decine di auto al di là della frana, nel versante sorrentino. Abbiamo sentito il sindaco di Praiano Giovanni De Martino “Siamo preoccupati perchè l’interruzione crea grave pregiudizio per i nostri concittadini – dice il sindaco di Praiano -, se necessario stanzieremo anche delle somme dal nostro piccolo bilancio per risolvere il problema” . Intervista video al sindaco di Positano Michele De Lucia che ha ricevuto assicurazioni sulla riapertura della strada a breve “Oggi si è scatenata una psicosi, qualcuno la ha scatenata in mala fede. Ringrazio la prefettura di Napoli che si è attivata”. Al momento dunque si può stare tranquilli, niente muro.

ORE 20

Positanonews è ancora sul posto. L’iniziativa per una chiusura è nata da un fax partito dal Comune di Sorrento nel quale si chiedeva all’Anas una “effettiva” chiusura dopo aver rilevato del pietrame caduto ieri sera dopo il temporale di domenica. Dal Comune di Piano di Sorrento il vicesindaco Vincenzo Iaccarino si sta interessando della questione mentre il sindaco Giovanni Ruggiero è a Londra alla borsa del turismo in Inghilterra. Abbiamo notato decine di macchine parcheggiate dai due lati della strada perchè evidentemente preoccupati di una eventuale chiusura con il muro. Ebbene il muro non è stato fatto ne si farà domani.

Dalle ORE 24 in poi

Nessuna novità per tutta la notte. Le cose sono come sono state in questi giorni.

 

 8 novembre 2011

Positanonew si è recato al Comune di Piano di Sorrento per sentire dai diretti interessati cosa succederà. Vincenzo Iaccarino vicesindaco si è messo in contatto con la Regione Campania che ha deciso di intervenire Per articolo e video clicca qui

Qui sotto

il servizio video di Diego Ambruoso con il direttore Michele Cinque con intervista a sindaco  Michele De Lucia

le foto di Massimo Capodanngoo del luogo del distacco e foto dell’epoca  che dimostrano che il distacco è avvenuto  nella parte nel costone senza responsabilità dei privati