A Chianciano nominato il Prefetto Aigs per la Campania.

0

 

Con la 28a edizione di “Sulle rotte del Gusto”, Chianciano Terme consacra a Mario Giorgio Lombardi l’annuale successo.

 

Una intensa kermesse di tre giorni di gare ha proclamato un ulteriore successo alla

28a edizione della manifestazione annuale “Sulle rotte del Gusto” che Mario Giorgio Lombardi, Governatore dell’Accademia italiana di gastronomia storica, realizza per promuovere l’accoglianza del turista in Italia attravreso tutte le sue ricchezze di ristoranti e prodotti tipici dell’eccellenza enogastronomica del nostro Paese. L’evento realizzato con la collaborazione dell’Accademia dell’Accademia Italiana di Gastronomia Storica, del Centro Studi “G. Sanchini” e dell’Associazione Albergatori di Chianciano Terme ed il patrocinio della rivista Italia a Tavola, delle Terme di Chianciano Spa, delle Province di Arezzo e Siena, delle riviste Artù e A Tavola, è stato ospitato dal salone “Nervi” messo a disposizione dalle Terme di Chianciano spa. Nel corso della manifestazione tante sono state le gare tra pizzaioli, ristoratori, chef e numerosi anche altri eventi sulla cultura dei prodotti presentati dalle varie aziende sponsor insieme alla presentazione di libri e dibattiti. Si è partiti con le acrobazie delle pizze e la loro creazione e degustazione curata dai pizzaioli de la Nazionale Acrobati Pizzaioli per il “Trofeo Academy Pizza Show 2011” che per le varie categorie è stato conquistato da: Bonaventura Manzi (Pizza d’autore), Giovanni Di Masi (Presentazione) e Alessandro Coluccino (Free style). Conduttore ormai insostituibile dell’evento realizzato con gran passione da Lombardi è stato Alex Revelli Sorini che ha presentato anche tutti i vari momenti del concorso comprese le premiazioni, la selezione dei “Ristoratori dell’anno Aigs”, i dibattiti culturali e presentazione di libri con il “Caffè letterario”: Altri momenti presentati sempre da Sorini sono state le gare per l’assegnazione dello shaker dell’Aibes, con la presenza di Enrico Clores in rappresentanza dell’Associazione italiana barmen e sostenitori, le presentazioni dei salumi, carni e formaggi tipici italiani con la disquisizione di Andrea Magi ed il loro perfetto taglio con i professionali coltelli Fiskars Spa e le cotture con le pentole Paderno Srl. che hanno, recentemente, aggiunto un ulteriore professionalità al loro marchio con la distribuzione di eleganti ed originali piatti ed oggetti di hotellerie. Grande la collaborazione che è stata offerta per una perfetta riuscita dei vari momenti della tre giorni di Chianciano da parte di Sara Rapini, Mauro Giuliacci e degli indefessi amici collaboratori di Lombardi Fabio Fastelli e Gabriele Borri. La fase centrale delle giornate trascorse da circa 200 persone tra invitati e partecipanti a “Sulle rotte del Gusto” è stata organizzata dall’Aigs anche con momenti culturali che hanno visto la presentazione del libro: “ Tacuinum de hostarie” autore Alex Revelli Sorini, Sasanna Cutini e Shady Hasbun, del volume “Golosamente cioccolato” scritto da Mario Giorgio Lombardi e Graziella Melomi e di “Citerna – Storia, tradizione e cultura di un territorio” autore Lombardi insieme allo storico Paolo Chiasserini. Al dibattito, che ha fatto seguito, sono intervenuti i giornalisti Guendalina Fortunati e Sandro Romano di Italia a Tavola, Anna Moroni di RaiUno, Giuliana Falaschi e Walter Farinelli, rispettivamente sindaco e presidente della Pro loco di Citerna e Francesca Silvestri presidente dell’Aigs.

Numerosi oltre ai numerosi ristoratori, chef, gastronomi, aziende di numerosi settori sostenitrici dell’operato di Lombardi, anche i giornalisti, produttori e conduttori televisivi e radiofonici. Oltre alla valenza del lavoro che Lombardi realizza per la promozione dei giovani degli alberghieri essendo stato per anni preside di questi istituti e quindi conoscendo le aspirazioni di tanti ragazzi e le potenzialità che questi possono sviluppare per il futuro dell’italia, una ulteriore nota di merito va a lui fatta per l’impegno nella solidarietà. Ne è prova la partecipazione all’evento dell’Associazione ragazzi speciali Onlus che, con la collaborazione dell’Aigs, attraverso uno speciale progetto, stanno ottenendo grandi risultati di recupero nella società di soggetti che per alcune difficoltà potevano restarne irrimediabilmente fuori. Non a caso Lombardi ha voluto invitare un’attore napoletano che per alcuni versi ha un obiettivo simile essendosi impegnato in una adozione di dodici bambini abbandonati che ricevono cure a Nettuno da altre persone che hanno dedicato gran parte della loro vita a questo spirito umanitario. Nel corso delle premiazioni l’attore Vincenzo Soriano, noto per aver avuto un ruolo interpretativo ne “La Squadra” su RaiTre ed applaudito per i suoi altri lavori cinematografici come “Gomorra” del regista Matteo Garrone con il quale ha girato anche “Big House” che potremo vedere prossimamente nelle sale cinematografiche, è stato chiamato sul palco per un saluto. Soriano ha posto l’accento sull’alto impegno sociale portato avanti da questo progetto dell’Aigs con i ragazzi speciali ed ha offerto il suo contributo per ottenere risultati sempre più validi ed importanti per questi ragazzi come li ottiene per i suoi dodici bambini. A questo punto il premio “Ingegno Italico” non poteva non essere assegnato che all’Associazione Ragazzi Speciali Onlus di Castiglion Fiorentino, consegnato da Soriano a Daniela De Filippi. Le altre premiazioni hanno avuto come premio più importante quello della elezione dell’Aigs dei tre Ristoranti dell’anno 2011 primi in Italia, titolo conquistato da Roberto Balgisi (Casa mia- Vercelli), Andrea Fazzuoli (Loggedel Vasari – Arezzo) e Peppe Agliano (La corte dei mangioni – Marsala). Mentre tra i venti ristoratori in gara il Top Aigs è stato assegnato a: Rosario Maltese (La collinetta – Castelvetrano), Francesco Ambrosini (Il Bachèr – Berceto), Andrea Mancini (Logge del Vignola – Montepulciano), Andrea De Agostini (Il convito di Curina – Castelnuovo Berardenga), Ettore Lista (Osteria de Mendoza – Rende), Walter Redaelli (Walter Redaelli – Bettolle), Chloi Morgantini (Santa Chiara – Sarteano), Bruno Scarato (Antichi sapori – Terzorio), Gianluca Passetti (Il gatto e la volpe – Montevecchio di Pergola), Lina Belperio (Shergan – Arzachena), Emiliano Rossi (Osteria del teatro – Cortona). il premio Giovanni Sanchini riservato allo chef più giovane l’ha conquistato Rosario Maltese del ristorante La Collinetta di Castelvetrano. L’Ipssar di Grosseto si è classificato primo fra gli altri istituti alberghieri partecipanti alla manifestazione: Altamura BA,Collesannita BN, Assisi PG, Marsala TP, Benevento, Giulianova TE e Castelvenere BN. Ospiti di questa edizione dell’Aigs sono state la popolare maestra di cucina di RaiUno Anna Moroni de “La prova del cuoco” e la conduttrice di “Aspettando il Tg” di Italia7, Annamaria Tossani. Grandi applausi sono stati riservati dal pubblico anche allo chef campano Franco Coppola con i suoi “fusilli ai pomodorini di Corbara”, a Nando Barlotti dell’omonimo caseificio di Paestum, al maestro macellaio Aldo Iacomoni del Consorzio Chianina Igp, Umbeto Minardi di Ecorì, Corrado Codebò di Fiskas Montana, Gianfranco Bagicalupi della Paderno ed ancora all’esibizione acrobatica dei pizzaioli condotta da Danilo Pagano con la partecipazione di Valentina Pagano, Christian De Rosa, Alessandro Coluccino e Youssef Ben Touati. Grandi consensi del pubblico anche per Luca Cappelluti partecipante al “Dripping italico”, che dal ristorante Convivio di Ruvo di Puglia è giunto per presentare il suo attraente piatto, per colori ed originalità, vincendo così il trofeo Meliconi – Giovani alla ribalta 2011. Un preludio ad una eccellente cena di gala è stato l’aperitivo curato dal catering di Roberto Lodovichi, con la degustazione di formaggi della De Magi Base Alimentare srl di Andrea Magi di Castiglion Fiorentino, delle mozzarelle e ricottine di bufala di Nando Barlotti, dei salumi di Bruno Bellandi e la famosa focaccia barese di Michele e Giovanni Di Serio. I giovani maître, per i quali ha voluto essere presente a loro sostegno il Cav. Giuseppe Di Napoli, presidente campano dell’Amira, elegantemente vestiti con gli abiti de l’”Impero sas – abbigliamento professionale” hanno servito, nel corso della cena di gala ed i pranzi, i prodotti che hanno permesso agli ospiti di gustare le alte specialità come quelli del Consorzio tutela Parmigiano Reggiano, l’inconfondibile per bontà riso di “Ecorì” agricola srl di Vercelli, i prodotti di Cancelloni food service spa – Magione, e quelli di Menù srl, la selezione F.li Bellandi il cuore di Garfagnana, i vini de l’Antica Cantina Storica “La Versa” di Santa Maria della Vresa, del Consorzio tutela vino Marsala, del Consorzio Vino Nobile di Montepulciano, della Vcecchia Cantina di Montepulciano, dello Spazio vini group srl di Monte San savino, fino all’acqua della Pour Eau srl di Lyza Cordovani di Arezzo, all’Arte Dolce Pasticceria Cioccolateria di Monte San savino, alle praline/choco-marbles di liquirizia bio di Calabria abbinate al liquore e grappa di liquirizia della NatureMed ed al caffè della Jolly caffè spa di Firenze. Nel corso della cena di gala sono stati assegnati gli alti riconoscimenti che l’Aigs annualmente consegna a quelle persone che attraverso il loro operato portano alti gli intendimenti del sodalizio. Fra le più alte nomine c’è quella di Carlo Rossi a Console Aigs per il Principato di Monaco e di Giuseppe De Girolamo a Prefetto Aigs Campania con la motivazione “Giornalista ed esperto enogastronomico impegnato nella promozione dei prodotti regionali campani. Iscritto all’UNAGA (Unione Nazionale Giornalisti Agricoli). Vincitore di numerosi riconoscimenti e Penna d’Oro per il giornalismo enogastronomico assegnata dalla Federazione Italiana Cuochi”. Seguono i Cavalieri dell’arte del gusto: Stefanella Baglioni, Nando Barlotti, Massimo Rossi Annamaria Tossani e Anna Moroni. Per il premio Apicio il direttore della rivista Artù, Alberto Paolo Schieppati ha ricevuto il riconoscimento. Il premio dedicato alla memoria del gastronomo Franco Tommaso Marchi è andato a Sandro Romano della rivista Italia a Tavola ed altri riconoscimenti sono stati consegnati a Fiskars Srl, Interarredo srl di Chiusi ed al ristorante Il Goccino di Lucignano.

 

Josef Peppebar

Lascia una risposta