EUROPA LEAGUE – ATLETICO MADRID – UDINESE 4-0 MA L´UDINESE RFESTA IN TESTA AL GIRONE IL TABELLINO

0

MADRID –  È stato uno «scivolone» in senso figurato e fisico, quello che l’Udinese ha rimediato stasera nella gara di ritorno contro l’Atletico Madrid. Anche se i bianconeri friulani restano in testa al Girone I di Europa League, sono stati umiliati dai ‘Colchoneros’ con quattro gol che appaiono ingenerosi per le cose che hanno fatto vedere finora. A completare il quadro, una gara che ha visto i friulani più a terra che in piedi, in un campo bagnato sì dalla pioggia ma sul quale gli avversari sono apparsi ben più a proprio agio. Problemi di tacchetti che hanno lasciato perplessi i tifosi accorsi al Vicente Calderon. L’Udinese, ampiamente rimaneggiata come annunciato, scende in campo spaesata e cerca di ripartire in velocità ma l’Atletico è aggressivo, domina a centrocampo ed è più preciso, e in un quarto d’ora ha già accumulato un doppio vantaggio, con due giocate da vero cannoniere di Adrian Lopez. Prima al 6′ con un dribbling dal limite che mette a sedere due difensori e una botta di destro che si infila sul primo palo alla destra di Handanovic, poi dopo altri sei minuti con un anticipo di testa di controbalzo su cross dalla sinistra, che anticipa Domizzi. I friulani cercano di scuotersi e sembrano guadagnare terreno, ma cominciano a soffrire i problemi di equilibrio. Un’instabilità che causa anche una vittima, Fabbrini, che deve abbandonare al 22′ dopo una scivolata e che viene sostituito da Abdi, anch’egli poco dopo dolorante per una caduta. La pressione udinese così si attenua e lascia spazio alle ripartenze dei madrileni, che al 36′ mettono a segno il 3-0 con una giocata spettacolare in piena area tra Adrian Lopez, Falcao e Diego, che ubriaca la difesa e permette al brasiliano ex Juventus di appoggiare nella rete sguarnita. Troppo brutta questa Udinese per non reagire, e così la banda dei giovani di Guidolin si butta generosamente in attacco tra fine primo tempo e inizio ripresa, soprattutto con Floro Flores che ci prova in un paio di occasioni in velocità. Al 21′ del secondo tempo Abdi prende una traversa con un bel sinistro da 30 metri, ma un minuto dopo Falcao penetra nella difesa bianconera e segna con facilità il poker che «ammazza» la gara. Fino al 90′ non succederà praticamente nulla nonostante qualche tentativo udinese, rintuzzato facilmente dall’Atletico che chiude tra i cori festosi dei propri sostenitori.

IL TABELLINO Atletico Madrid (4-3-1-2): Courtois 6; Perea 7, Godin 7, Dominguez 7, Antonio Lopez 7,5; Suarez 7, Gabi 7, Arda Turan 7; Diego 7,5 (25′ st Koke 6); Falcao 7,5 (38′ st Pizzi sv), Adrian Lopez 8 (33′ st Salvio sv). (25 Asenjo, 6 Felipe Luis, 23 Miranda, 12 Paulo Asuncao). All.: Manzano 7.

Udinese (3-5-1-1): Handanovic 5,5; Ekstrand 5, Danilo 5, Domizzi 5 (26′ st Basta 6); Pereyra 5, Badu 6, Doubai 5,5, Battocchio 5,5; Fabbrini 5,5 (24′ pt Abdi 5,5); Neutron 5,5, Floro Flores 6 (41′ st Isla sv). (21 Padelli, 20 Asamoah, 27 Armero, 51 Dimitrio). All.: Guidolin 5,5.

Arbitro: Vad (Ungheria) 6.

Reti: nel pt 6′ e 12′ Adrian Lopez, 36′ Diego; nel st 22′ Falcao.

Recupero: 2′ e 2′.
 
Angoli: 2-2.
 
Ammoniti: Suarez per gioco falloso.

I GOL – 6′ pt: Adrian Lopez s’invola su lancio centrale, salta due difensori con una finta e batte Handanovic di destro dal limite. – 12′ pt: Cross da sinistra, Adrian Lopez anticipa Domizzi a centroarea e di testa di rimbalzo batte ancora Handanovic. – 36′ pt: Diego avvia l’azione dal limite dell’area per Adrian Lopez che scambia con Falcao e taglia al centro per lo stesso Diego, solo, che appoggia a porta vuota. – 22′ st: Falcao entra facilmente nell’area udinese, e dal vertice destro dell’area piccola fa partire un destro che si infila nell’angolo alto della porta di Handanovic.

Fonte:leggo

visita il mio blog

http://calcionapoli.positanonews.it