MAZZARRI.ABBBBIAMO TENUTO TESTA AL BAYERN

0

 

Torniamo a Napoli contenti anche se abbiamo perso. Venire qui e imporre per lunghi tratti il proprio gioco non è da tutti”. L’allenatore del Napoli Walter Mazzarri esalta la prova dei suoi, sconfitti 3-2 in casa del Bayern Monaco. “Gli abbiamo tenuto testa e non siamo stati inferiori a una delle squadre più forti d’Europa, anzi, abbiamo giocato anche meglio che all’andata. Abbiamo fatto un secondo tempo eccezionale, le abbiamo tentate tutte”.

“Il Napoli nei primi minuti ha giocato meglio, – continua Mazzarri –  ma loro sono stati cinici, il secondo tempo è stato encomiabile, li abbiamo costretti a difendersi e più di questo ai miei giocatori non so cosa chiedere. Ribery è stato uno dei protagonisti del Bayern insieme a Gomez, eppure sulle azioni da gol del Bayern si poteva fare qualcosa in più: Inler era preposto a fare schermo davanti alla difesa, oggi abbiamo giocato molto meglio che all’andata e questa volta abbiamo perso. E possibile che Inler si sia alzato troppo nei primi minuti, ma l’ingenuita’ l’abbiamo fatta dietro, eravamo due contro uno. Qualche cosa devi concedere a questi avversari“.

DE LAURENTIIS: “SCONFITTA CHE SA DI VITTORIA. MALE L’ARBITRO”
“E’ una sconfitta che vale come una vittoria”. Aurelio De Laurentiis ha ben poco da rimproverare alla sua squadra che è uscita con onore dalla sfida col forte Bayern Monaco. “Veniva definito il girone della morte – afferma De Laurentiis a Mediaset Premium – sono contento perché Aronica non si è rotto il bacino, perché Fernandez ha segnato due gol, poi uno dei due gol del Bayern era in fuorigioco e ci sarebbe da ridire sulle espulsioni. Bisognerebbe vigiliare su chi viene demandato a dirigere le partite di massima importanza, perché la Champions dovrebbe essere il paradiso del calcio non l’inferno. Decide Collina? Si vede che avrà sbagliato, non è infallibile neanche lui. La cosa più straordinaria è che si sentiva la presenza del San Paolo perché i napoletani presenti si sentivano più dei tedeschi”. E il Napoli adesso sarà impegnato in una sfida importante anche in campionato contro la Juve: “Quando ci sarà la sosta di questi impegni europei e rientreranno gli infortunati cercheremo di far valere le nostre qualità anche in campionato, poi tireremo le deduzioni e considerazioni, faremo il mea culpa se abbiamo sbagliato qualcosa sul mercato, Avevo previsto due quinquenni siamo al terzo anno del secondo, vediamo dove saremo tra due anni”.

FERNANDEZ: “SECONDO TEMPO BELLISSIMO”
Protagonista inaspettato del Napoli è stato il difensore Fernandez. “Sapevamo che era una partita difficile – afferma l’argentino a Mediaset Premium – abbiamo iniziato prendendo due gol, ma nel secondo tempo abbiamo giocato benissimo e dobbiamo continuare cosi’. Gomez? E’ molto forte, è forte nel gioco aereo e con la palla tra i piedi. Pensavo di fare due gol? No, è la prima partita è tutto nuovo per me, sono contento”.

LAVEZZI: “NON SIAMO CONTENTI”
“Nei primi 15 tutti abbiamo fatto bene, abbiamo giocato con personalità – afferma nel dopopartita – potevamo andare in vantaggio e sarebbe stata tutta un’altra partita. Usciamo con onore, però quando si perde non si è mai contenti. Sicuramente possiamo passare il turno, ma intanto pensiamo alla sfida di domenica in campionato con la Juve. Affronteremo una grande squadra che come noi gioca con gran ritmo. E’ vero che siamo stanchi ma queste partite ti caricano”.

DZEMAILI: “PECCATO PER I PRIMI DUE GOL”
Anche il centrocampista Blerin Dzemaili sottolinea la prova positiva del Napoli. “Il Bayern è una delle squadre più forti – ha detto a fine gara – ha fatto gran possesso palla, noi abbiamo provato a pressarli, siamo stati pericolosi in contropiede. Peccato per i primi due gol, dobbiamo correggere gli errori che abbiamo fatto e andare avanti. Modulo? Non è stato cambiato tantissimo, più o meno eravamo messi nelle stesse posizioni”.