CASSANO.OMBRELLINO AL CUORE?

0

MILANO – Quarta notte in ospedale per Cassano e oggi (finalmente) ci sarà il primo comunicato congiunto del Policlinico di Milano per sgomberare tutte le nubi sul futuro di Fantantonio. Arriva nel giorno in cui rientrerà in Italia anche il medico sportivo rossonero, Rodolfo Tavana: sarà il momento della verità. Ieri l’ad milanista Adriano Galliani da Minsk, dove il Milan è sceso in campo in Champions senza il numero 99 che ha seguito il match in tv, chiedeva ancora «un po’ di pazienza, faremo chiarezza su quello che è successo. Ma quello che mi preme molto dire ai tanti tifosi e alle tante persone che vogliono bene a Cassano, che Antonio sta bene e che le cose, mi sembra, evolvono bene». Dalla Bielorussia il messaggio della società di via Turati è ancora rassicurante. «Non ci sono misteri, la situazione è chiara: aspettiamo un quadro definitivo e forniremo un’informazione netta».
Dopo la prima diagnosi non ufficiale, ictus ischemico transitorio, in ossequio alla privacy nessuno ha voluto confermare o smentire. Di certo il problema iniziale che ha colpito Cassano si è risolto nelle prime 24 ore. Mamma Giovanna ha smesso di piangere, proprio come la moglie Carolina, sempre al suo fianco, la donna che gli ha cambiato la vita. Ma tutto quello che è successo ad Antonio da quando è sceso dall’aereo a Malpensa sabato notte di ritorno da Roma potrebbe essere un campanello d’allarme di un’altra patologia: nella giornata di ieri, tra una visita di cortesia e l’altra, sarebbe stato sottoposto ad un nuovo esame approfondito: un elettrocardiogramma transesofageo per individuare e confermare probabilmente una patologia definita forame ovale pelvio, un difetto congenito al cuore. Un problema che consente a una persona normale di trascorrere una vita assolutamente tranquilla. Problema che, invece, per un calciatore professionista del Milan e della Nazionale potrebbe rappresentare un intralcio alla carriera futura.
Inutile nascondere questa possibilità. Decidere se tornare a giocare oppure no potrebbe dipendere, oltre che dalla volontà del giocatore, anche e soprattutto dai medici sportivi del Milan. Insomma, Cassano, come anticipato dal presidente Silvio Berlusconi, potrebbe soffrire di un difetto cardiaco congenito che stranamente nessuno ha mai rilevato, nemmeno Milan Lab. Una delle ipotesi adesso sarebbe quella di intervenire sul cuore di Cassano per correggere il difetto con un cosiddetto ombrellino metallico. È un intervento in anestesia locale, con due o tre giorni di ricovero, a cui segue una terapia di anticoagulanti.

FORSE INTERVENTO AL CUORE Mentre Ibrahimovic segnava il vantaggio del Milan a Minsk e Boateng festeggiava mostrando una maglia con il numero 99, ad Antonio Cassano veniva servita le cena nel reparto di Neurologia del Policlinico di Milano dove è ricoverato dopo l’ictus ischemico che lo ha colpito sabato sera. E dove resterà almeno fino a domani, quando il medico del Milan Rodolfo Tavana e il primario Nereo Bresolin valuteranno insieme gli esami di questi giorni e decideranno come procedere. Non si scarta l’operazione per sanare un difetto cardiaco, come già anticipato dal patron del Milan Silvio Berlusconi, e non sarebbero esaurite le speranze di rivederlo in campo. Per tutta la giornata sono rimaste stabili e senza sintomi le condizioni di Cassano – il cui primo desiderio del mattino è stato di poter vedere la partita – che fra un accertamento e l’altro ha avuto accanto a sè mamma Giovanna e la moglie Carolina, apparsa in tarda mattinata meno tesa di ieri. Tranquillità è lo stato d’animo che ha fatto trasparire l’ambiente milanista a Minsk. Adriano Galliani chiede «un minimo di pazienza». «Cassano sta bene, la situazione si sta evolvendo bene, siamo moderatamente ottimisti – ha fatto sapere dalla Bielorussia l’ad rossonero -. Domani ci sarà un comunicato congiunto del Policlinico di Milano, che ringraziamo per tutto quello che sta facendo, e del Milan, che farà chiarezza». Intanto analisi cliniche e procedure diagnostiche si ripetono, i medici continuano a indagare sulle possibili cause dell’ictus che ha colpito il 29enne attaccante della Nazionale. Una di queste potrebbe essere la formazione di un piccolo embolo (un grumo di sangue) che ha raggiunto un piccolo vaso del cervello con la complicità di un lieve difetto cardiaco presente circa nel 20% della popolazione senza manifestarsi. Si chiama Forame ovale pelvio (Pfo) ed è un foro di meno di 2 millimetri di diametro fra i due atri del cuore, che può passare inosservato anche negli esami a cui è sottoposto un atleta come Cassano. Ma lo avrebbe rilevato l’ elettrocardiogramma transesofageo dopo il ricovero dell’ attaccante del Milan. Ogni decisione sarà presa dopo il ritorno a Milano dalla trasferta di Minsk di Tavana, che sabato sera appena ha colto i sintomi di Cassano ha deciso di portarlo al pronto soccorso. In casi simili è prassi intervenire con la tecnica a ‘ombrellinò: partendo da una vena nella gamba si applica attraverso un catetere un ombrellino metallico che ‘tappa il bocò. È un intervento in anestesia locale, con due o tre giorni di ricovero, a cui segue una terapia di anticoagulanti. Era più grave la disfunzione cardiaca di Kanu, che dopo l’intervento ha giocato ancora ad alti livelli, in Inghilterra. In Italia i parametri per l’idoneità agonistica sono più rigidi, ma Cassano spera comunque di tornare in campo a giocare con i compagni di squadra Alexandre Pato e Luca Antonini, che sono passati a trovarlo nel pomeriggio come gli amici Giampaolo Pazzini («L’ho trovato meglio di quanto pensassi», ha raccontato l’interista), Marco Materazzi, Lapo Elkann e Gigi D’Alessio. Tanti i messaggi ricevuti da Cassano, anche una telefonata di auguri dal presidente dell’Inter Massimo Moratti, da sempre suo ammiratore. E nel pomeriggio una ventina di tifosi milanisti della Curva Sud ha appeso fuori dall’ospedale uno striscione: «Antonio non mollare, sotto la Sud torna a segnare».

GALLIANI: DOMANI UN COMUNICATO «La situazione si sta evolvendo bene, siamo moderatamente ottimisti. Domani ci sarà un comunicato congiunto con il Policlinico di Milano, che ringrazio, che farà chiarezza». Intervistato da Sky prima di Bate Borisov-Milan, l’ad dei rossoneri Adriano Galliani fa il punto sulla situazione di ‘Fantantoniò. «Ciò che mi preme dire ai tifosi ed alle persone che vogliono bene ad Antonio Cassano – aggiunge Galliani – è che lui sta bene ed è in miglioramento».

LA SOLIDARIETA’ SUL WEB In tempi di social network, l’affetto degli amici e dei tifosi di Antonio Cassano trova canale privilegiato di espressione nei post di Facebook o attraverso i cinguettii di twitter. Sono migliaia, e probabilmente non c’è modo di contarli tutti, i messaggi di auguri, di sostegno, di incoraggiamento dedicato al fantasista del Milan che hanno trovato spazio nella rete negli ultimi due giorni. Sostenitori del Milan o solo del suo fantasista, colleghi calciatori, sportivi e uomini di spettacolo hanno digitato un pensiero per ‘Fantantoniò, che avrà sicuramente difficoltà a registrarli tutti. Al modaiolo twitter si erano affidati già ieri il compagno di squadra Kevin Boateng, il collega di nazionale Giuseppe Rossi e del campione dell’Nba Danilo Gallinari. Anche l’ex fuoriclasse Ronaldo gli ha dedicato un breve ma efficace «Forza Cassanò. Il cinguettio oggi si è intensificato e ha coinvolto gli juventini Alessandro Matri e Paolo De Ceglie e il centrocampista del Malaga Enzo Maresca. Un tweet particolare, rivolto anche a Rino Gattuso, è giunto da Enrico Ruggeri, punto di forza della nazionale cantanti: »Un abbraccio per Antonio e Rino – ha digitato il cantautore-presentatore -. Sono due ragazzi eccezionali, sensibili ai temi della solidarietà. Forza: c’è ancora bisogno di voi. Gli amici vi stanno aspettandò. Immancabile l’intervento di Fiorello, interista come Ruggeri, nella rassegna stampa realizzata con il video pubblicato su Twitter: «Ti voglio bene Antonio». Impossibile valutare la massa dei messaggi su Facebook, ma colpisce che tanti messaggi di incoraggiamento, quasi la metà del totale, vengano dall’estero, dall’Europa ma anche dal Medio Oriente e dal Sud America.

Fonte:leggo