Sant´Antonio Abate Controlli nelle pescherie verbali di 7.000 euro

0

 

Sant’Antonio Abate, Monti Lattari, provincia di Napoli, Campania.  Controlli nelle pescherie verbali di 7.000 euro  Anche in questi giorni la Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, comandata dal Capitano di Fregata Giuseppe MENNA, ha portato a termine una brillante operazione nell’ambito dei controlli sulla filiera della pesca, a conferma del continuo impegno degli uomini della Guardia Costiera nella tutela della salute pubblica. L’operazione è stata condotta dai militari della Guardia Costiera, nei giorni scorsi e si è conclusa questa mattina, in collaborazione con gli agenti della locale Polizia Municipale agli ordini del Capitano CAPUANO Giuseppe ed il personale veterinario dell’A.S.L. Napoli 3 Sud U.O.V. 86, nel territorio del comune di Sant’Antonio Abate. Sono state controllate 5 pescherie ed un grossista di surgelati, nell’ambito di queste verifiche sono stati sequestrati 50 kg di prodotti ittici mal conservati e sono stati elevati 6 verbali amministrativi per un totale di circa 7mila euro per illeciti sull’etichettatura non regolare e per la tracciabilità del pescato. Sono state verbalizzate cinque persone, tutte residenti a Sant’Antonio Abate, P.A., D.L., M.A., D.C. e G.S.. “Un’operazione che dimostra come il lavoro sinergico tra diverse istituzioni porti eccellenti risultati a tutela della salute pubblica – ha commentato il Comandante Giuseppe MENNA – Devo quindi esprimere il mio grande apprezzamento per l’impegno dei miei uomini e per la puntuale e preziosissima collaborazione fornita dalla Polizia Municipale si S.Antonio Abate e dal personale veterinario della ASL Napoli 3 SUD, il cui supporto si è dimostrato, come sempre, essenziale. Però devo esprimere il mio rammarico nel constatare che ci sono imprenditori e commercianti che senza alcuno scrupolo mettono a rischio la salute dei consumatori.