Costiera amalfitana nota di protesta COMUNI IN GINOCCHIO SOTTO LA SCURE DEI TAGLI

0

Costiera amalfitana Con l’ultima manovra finanziaria il Governo ha deciso ancora una volta nuovi tagli ai trasferimenti, cioè alle risorse destinate agli enti locali.

 I comuni sono le istituzioni più vicine ai cittadini: minori fondi significano meno servizi per le popolazioni amministrate. Trasporti in crisi, meno interventi per gli anziani, per  i diversamente abili, per le famiglie più povere: questi gli effetti che si produrranno nei prossimi mesi, a danno delle nostre comunità.

I sindaci di tutti i comuni italiani guidati dall’ANCI, senza distinzione di colore politico, stanno lanciando un forte grido d’allarme. Occorre ridurre la spesa pubblica, lo sappiamo bene, ma si abbia il coraggio di colpire i veri sprechi  e non si sottraggano le risorse alle casse già vuote dei comuni, specie di quelli del Sud. L’ANCI ha calcolato che, per i comuni campani, sono previsti tagli di circa 60 euro pro capite, mentre la crisi continua a cancellare ogni giorno posti di lavoro.

Noi sindaci della Costa d’Amalfi denunciamo la gravissima situazione nella quale si verranno a trovare le nostre comunità: senza una radicale modifica alle ultime decisioni governative saremo costretti a tagliare o ridurre i servizi e ad aumentare le tasse.

Sono dunque a rischio i servizi essenziali e, in Campania, persino il regolare pagamento degli stipendi ai dipendenti dell’Ente. Nella nostra regione ai tagli nazionali si aggiungono i forti ritardi (circa due anni) nel trasferimento di risorse ai comuni che hanno effettuato investimenti.

Gli enti locali hanno realizzato lavori pubblici indispensabili – scuole, strade, impianti di illuminazione ecc. – in base agli impegni formali della Regione Campania che avrebbe corrisposto i contributi ai comuni per il pagamento delle rate di mutuo  stipulati per eseguire gli interventi.  Invece oggi i comuni sono costretti ad andare in tribunale per recuperare i propri crediti: una situazione insopportabile che i nostri concittadini devono conoscere.

E mentre continueremo a lavorare seriamente per risolvere i problemi della nostra gente, chiediamo a tutti i cittadini di affiancarci nelle iniziative di protesta che saremo costretti ad organizzare per far sentire la voce delle nostre comunità.

I SINDACI DELLA COSTA D’AMALFI

Alfonso Del Pizzo (Amalfi)                                     Michele De Lucia (Positano)

Nicola Carrano (Atrani)                                          Giovanni Di Martino (Praiano)

Secondo Squizzato (Cetara)                                             Paolo Vuilleumier (Ravello)

Gaetano Frate (Conca dei Marini)                                    Luigi Mansi (Scala)

Raffaele Ferraioli (Furore)                                     Antonio Giordano (Tramonti)

Antonio Della Pietra (Maiori)                                             Francesco Benincasa (Vietri sul Mare)

Andrea Reale (Minori)