Meta. Quattro giovani fermati per droga traditi dall´odore

0

Meta, Penisola sorrentina. Sono stati traditi dall’odore della marijuana nascosta in macchina. Un “aroma” che non è sfuggito alle fiamme gialle della tenenza di Massa Lubrense. E’ bastato un semplice controllo per scoprire che i 4 ragazzi, fermati sulla statale 145, viaggiavano con sette sacchetti di droga. Per tutti è scattata la denuncia a piede libero. Un’operazione che rientra nella vasta campagna di prevenzione disposta dal comando provinciale di Napoli e dal gruppo della guardia di finanza di Torre Annunziata. I militari erano impegnati in un pattugliamento del territorio, concentrato sulla statale sorrentina. Una strada di collegamento tra Castellammare di Stabia e Sorrento che ogni giorno viene percorsa da migliaia di automobilisti. I quattro ragazzi stavano viaggiando in direzione Sorrento, quando la loro corsa si è interrotta davanti alla paletta dei finanzieri. Un normale controllo, come quelli effettuati soprattutto nel week end. Ispezioni per il monitoraggio del territorio che avvengono di frequente. Le fiamme gialle, non appena chiesto i documenti per l’identificazione, hanno notato lo strano comportamento dei giovani. Nervosi, irritati, preoccupati. Un dettaglio che non è sfuggito alla pattuglia coordinata dal tenente Andrea Baldassarro. I finanzieri si sono affacciati all’interno dell’auto e hanno “fiutato” uno strano odore, molto simile a quello della marijuana. Immediata è scattata la perquisizione. Scoperte 7 bustine contenenti circa 30 grammi di droga. Ma anche un trita-erbe per la preparazione delle dosi. Tutto sequestrato. Per i ragazzi della penisola sorrentina, invece, è scattata la denuncia a piede libero. Ora dovranno difendersi dalle accuse in un’aula di tribunale. L’attività della tenenza di Massa Lubrense, intanto, continua senza sosta. I finanzieri, nei giorni scorsi, hanno messo a segno un altro sequestro di marijuana che ha portato alla denuncia di un pusher. Uno già noto alle forze dell’ordine. Nei guai anche un minorenne, segnalato alla Prefettura di Napoli come assuntore di sostanze stupefacenti. Senza dimenicare la lotta al gioco d’azzardo. FABIO ORECCHIUTO, Metropolis

Lascia una risposta