Meta di Sorrento 34 milioni di euro per venti opere pubbliche. La minoranza, mancano i parcheggi e l´ambulatorio

0

 

Meta di Sorrento, Penisola sorrentina . Più di venti opere pubbliche da realizzare nei prossimi tre anni, con un investimento di oltre 34 milioni di euro. Non manca certo l’ambizione al piano triennale delle opere pubbliche, varato venerdì scorso dalla giunta comunale. Un progetto destinato a cambiare radicalmente il volto del paese a partire da due direttrici, scuola e spiagge, da tempo al centro del dibattito politico metese. Ed è proprio al restyling degli edifici scolastici che l’amministrazione guidata da Paolo Trapani ha voluto dare priorità assoluta. È prevista per il secondo trimestre del 2012, infatti, la sostituzione dei pavimenti della scuola media e di quella elementare. Entro giugno dovrebbero iniziare i lavori di completamento della sala polifunzionale della scuola elementare, destinati a concludersi per la fine di settembre. Nel giro di un anno, inoltre, la scuola media ed elementare dovrebbero essere dotate del tanto atteso ascensore. Ma i lavori interesseranno anche l’area che ospita il liceo classico, per la quale si prevede il recupero del piazzale e la realizzazione di un’autorimessa interrata d’interscambio con la vicina stazione della Circumvesuviana. Dalle scuole alle spiagge, per il recupero delle quali il Comune ha già previsto tre interventi del costo di oltre 3 milioni di euro: protezione del litorale, realizzazione di barriere e ripascimento degli arenili. Si proseguirà poi col recupero delle grotte di tufo che sovrastano la strada di collegamento tra la marina di Meta e la spiaggia di Alimuri. Tempi più lunghi, invece, per il completamento della passeggiata pedonale che dovrebbe collegare le spiagge di Meta, Piano e Sant’Agnello. Stesso discorso per l’approdo ed il solarium che dovrebbero essere realizzati alle spalle del muro frangiflutti del Marisco. In programma anche il consolidamento dei costoni che sovrastano i gradoni dei pescatori, la marina di Meta e l’area della Conca. Al mare, infine, sarà dedicato il museo che il Comune intende allestire all’interno di palazzo Cosenza. Ma il restyling del paese passerà anche attraverso il risanamento dell’immobile di via del Lauro, destinato ad ospitare un centro polifunzionale, l’adeguamento della villa comunale ed il rifacimento di strade, marciapiedi e pubblica illuminazione. Opere che il Comune finanzierà in gran parte con fondi europei, mentre le altre risorse saranno reperite attraverso capitali privati, un mutuo ed uno stanziamento di bilancio di due milioni di euro. Ma per l’opposizione non basta. Secondo i consiglieri di minoranza, «il piano triennale delle opere pubbliche non prevede né la costruzione di parcheggi, indispensabili per decongestionare le strade e migliorare la viabilità, né di strutture destinate ai giovani, né fa chiarezza sulla sorte del poliambulatorio di via del Lauro: l’ennesimo segnale di un’amministrazione comunale allo sbando». A stretto giro la risposta del sindaco: «certe critiche dimostrano la scarsa attenzione della minoranza – osserva Paolo Trapani – I parcheggi saranno realizzati su iniziativa dei privati, sulla base degli indirizzi forniti dal Consiglio comunale: ecco perché non sono inseriti nel piano delle opere pubbliche, che resta un documento completo ed attento a tutte le esigenze dei cittadini».

Lascia una risposta