Positano, Luca Vespoli. "Non è scoppiata la pace in consiglio, pensiamo al bene del paese"

0

“Non è scoppiata nessuna pace all’improvviso in consiglio comunale fra maggioranza e minoranza, bensì sono stati votati argomenti sui quali eravamo d’accordo e abbiamo votato a favore pensando al bene del paese”. A intervenire dopo l’ultimo consiglio comunale di Positano in costiera amalfitana è il consigliere comunale di minoranza  Luca Vespoli, giovane imprenditore alberghiero e volto nuovo del consiglio comunale della cittadina della costa d’Amalfi. “Ci siamo trovati d’accordo su tutto, salvo alcuni cespiti che secondo noi non andrebbero venduti, ma analizzando i vari argomenti erano tutti sulla nostra linea e quella dell’interesse pubblico”. Stai all’opposizione quindi non condividi l’operato di Michele De Lucia, qual è la cosa peggiore che ha fatto questa amministrazione? “Bloccare il progetto di mobilità che aveva predisposto la precedente amministrazione con la conseguente costruzione di parcheggi che avrebbe risolto molti problemi di questo paese”. E la migliore? “Continuare sul progetto dei parcheggi per la convenzione Caldiero a Fornillo, con la dovuta prudenza ovviamente”. Ma il Lido Positano? “Mi sembra un recinto, una chiusura che contraddice la storia di città aperta che ha sempre avuto Positano, ci potevano essere forme alternative per favorire i residenti”. Eventi e spettacoli che ravvivano le frazioni come le vedi? “Va benissimo fare eventi nelle frazioni, ma ci sono alcune che li facevano spontaneamente, come Liparlati, erogare fondi pubblici a volte senza criterio per far continue feste non mi sembra la soluzione migliore, a parte il Myth Festival ed il Premio Danza, che già c’erano, non ho visto un grande evento”. Il sindaco ha fatto bene a riportare il Premio Danza a Positano? “Non conosco tutti i particolari della vicenda, ma ha fatto sicuramente bene. D’altra parte dopo averlo saltato l’anno scorso non si poteva permettere di perderlo di nuovo, ma per il resto manca il salto di qualità per il discorso turismo che, nel bene, ma anche nel male sia chiaro, portano avanti solo gli imprenditori locali”. Individua una cosa che manca in particolare al discorso turismo. “La avevano prospettata in campagna elettorale, la Fondazione Positano, per esempio”.