Spaccio di sostanze stupefacenti fra minorenni: arresti e denunce

0

 

A conclusione di una complessa e articolata attività investigativa, i militari delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Pordenone,sotto la direzione  della Procura delle Repubblica presso il Tribunale di Pordenone,hanno sgominato una rete  di spacciatori la cui attività era rivolta principalmente a giovanissimi,addirittura minorenni. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite dai militari sono state 4. I destinatari di tale provvedimento, tutti cittadini italiani residenti nella provincia, sono ritenuti responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti,in modo particolare eroina,hashish e marijuana. I provvedimenti del GIP del Tribunale di Pordenone sono stati emessi sulla base di indagini avviate nei primi mesi del 2011 e che già avevano portato all’arresto in flagranza di reato di 4 persone. Nel corso dell’operazione denominata “Juvenis”, sono state eseguite,inoltre,anche  8 perquisizioni domiciliari fra la provincia di Pordenone e quella di Venezia, anche con l’ausilio di unità cinofile.  Oltre agli arresti, nel corso dell’indagine,sono state deferite alla competente Autorità Giudiziaria 12 persone;segnalate all’Autorità Prefettizia 33 persone tra cui 11 minorenni per violazione dell’articolo 75 del DPR 309/1990;sequestro di quasi mezzo chilo di sostanza stupefacente e 2 autovetture. Centro dell’attività di spaccio era un garage che era utilizzato non solo per la cessione dello stupefacente,ma anche messo a disposizione per il consumo dello stesso stupefacente.