Carpedil Ipervigile Salerno a Firenze per vincere. Guida suona la carica: “Se non ora quando"

0

SALERNO – Se non ora quando. Sono queste le parole d’ordine in casa Carpedil Ipervigile Pallacanestro Salerno che domani alle 18.45, nella quarta giornata del campionato di serie A2 femminile, sarà di scena in casa di Firenze. Mettere dunque fieno in cascina e concretizzare il buon gioco espresso fino ad ora. E, nonostante i risultati, nello spogliatoio bianco-granata si respira un’aria tranquilla ma, al contempo, c’è voglia di dimostrare che la Carpedil Ipervigile è squadra tosta e dura a morire. In settimana coach Salineri ha messo sotto torchio le sue atlete, lavorando sul fisico e sul morale dell’intero roster, che a Firenze si troverà di fronte una squadra vogliosa di riscattarsi dopo le tre sconfitte consecutive subite fino ad ora, proprio come è accaduto al team salernitano. E a suonare la carica tra le granatine ci pensa il capitano di tante battaglie, quella Anna Guida che, dopo la gara interna con La Spezia, sembra ritornata la giocatrice capace di fare la differenza in ogni situazione: “Questa una squadra che può vincere qualsiasi partita in questo torneo. Ecco perché siamo concentrate al massimo per la prossima gara. Al contempo, però, abbiamo fatto tesoro degli errori passati. A noi servono assolutamente i due punti, perché dobbiamo invertire il trend negativo”, ha detto il capitano della Carpedil Ipervigile Salerno. “In Toscana possiamo tranquillamente imporre il nostro gioco. Approfitteremo proprio della loro situazione di difficoltà per conquistare i primi due punti della stagione. Il morale all’interno dello spogliatoio è sereno. Anche il presidente Angela Somma non ci ha fatto pesare le tre sconfitte. Da parte della società, quindi, non c’è alcuna pressione. Ovviamente però sappiamo di aver bisogno dei primi punti della stagione motivo per cui sabato puntiamo con decisione alla vittoria. Nell’ultima gara in casa con La Spezia, invece, ci siamo fatte ingannare dalla troppa pressione. C’è anche da dire, però, che non abbiamo mai incontrato squadre fortissime con le quali era impossibile misurarsi. Anzi, erano tutte squadre abbordabili. Il problema attuale, a mio avviso, è la poca serenità nell’affrontare la gara per tutti i 40 minuti. In serie B d’Eccellenza era diverso: dopo i primi due quarti riuscivamo a portarci avanti con il risultato e la strada di conseguenza diventata in discesa. In A2 il discorso è un po’ più complesso. Ci manca, quindi, la continuità nel gioco. Cosa manca a questa squadra? Nulla. Questo roster ha tutto. Ha un organico composto da un giusto mix di atlete giovani ed esperte. In ogni ruolo. Il fattore tecnico, quindi, è ok. Ci manca solo la giusta mentalità. Il nostro team è composto da numerose scommesse, ovvero giovani atlete che non hanno mai disputato un torneo di A2 e la statunitense D’Alie che non è ancora abituata al gioco europeo. Atlete sulle quali la società ha deciso di puntare perché hanno determinate caratteristiche tecniche più che adeguate a questa categoria. Del resto anche nelle altre squadre emerge la medesima situazione, quindi non abbiamo nulla da temere. Ce la giocheremo alla pari con tutte. Basta soltanto camminare tutti sulla stessa linea e nella stessa direzione”. La gara del ‘PalaSanMarcellino’ di Firenze, in programma domani alle 18.45, sarà arbitrata dai direttori di gara Stefano Vassallo della sezione di Roma e Rosario Parisi di Enna.
 
UNDER 19: Le atlete della formazione Under 19 della Nuova Pallacanestro Laezza Salerno hanno conquistato, martedì scorso, la terza vittoria consecutiva in campionato. A Sorrento battuta a domicilio la Polisportiva per 61-54. Lunedì alle 19, presso il palazzetto dello sport ‘Silvestri’ di Salerno, Marta Miccoli e compagne affronteranno, nel quarto turno di campionato, la formazione della Pallacanestro Paesi Vesuviani.