Scala. Giovanna Lauritano di Atrani diventa suora redentorista

0

Occhiali “seri” che mal nascondevano la vivacità e la gioia che emanavano gli occhi; volto serio, luminoso e a tratti sorridente, si è presentata davanti all’Arcivescovo di Amalfi, Orazio Soricelli, la giovane Giovanna Lauritano, proveniente dalla confinante Atrani, sull’altare del Duomo di Scala. In questa cittadina, dirimpettaia della nobile Ravello, ha sede il mon astero delle Suore della Congregazione Redentorista, la cui responsabile, Madre Maria Carmela Pepe, è stata al fianco della giovane novizia quasi sempre e nelle cui mani Giovanna ha professato i Consigli Evangelici. La commozione ha fatto compagnia a Gustavo e Maddalena (porta il nome della santa protettrice di Atrani) per l’intera durata della cerimonia che ha registrato la presenza, tra gli altri,dei tanti altri, di una folta rappresentanza di atranesi, amici ed estimatori della giovane che ha donato la sua esistenza al servizio di Dio, della Sua Chiesa, dei deboli, dei bisognosi. Al termine è avvenuta la consegna a Giovanna del Crocifisso, del Velo e del Libro della Liturgia, dopo amorevoli parole pronunciate da Soricelli. L’evento, data la sua importantza ed eccezionalità, è stato riportato da tutti i media locali.

g.a.