Clima. Di Nardo (Idv): governo non accoglie istanze cittadini, ambiente non è suo valore.

0

 

Il Governo dovrebbe avere l’onestà di ammettere che, con l’ennesima sforbiciata prevista dalle due ultime manovre, siamo il fanalino di coda dell’Ue e non possiamo che adattarci alle decisioni già prese dal Consiglio. L’Europa ci ha anzi ammonito più volte per i ritardi sugli obiettivi di Kyoto perché il Governo si ostina a non voler accogliere le richieste dei cittadini, emerse con i referendum, che impongono di puntare sulle energie alternative e rinnovabili”. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori in Commissione Ambiente al Senato, Nello Di Nardo. “Con questo Governo – aggiunge – l’Italia continuerà sempre ad essere la pecora nera dell’Europa, i tagli di Tremonti al Ministero dell’Ambiente renderanno difficilissimo rispettare gli impegni del Protocollo di Kyoto e rischiamo di uscire da ogni convenzione internazionale in materia di ambiente. Figuriamoci con quale credibilità il Governo può parlare di limiti ad un Kyoto 2 o di vincoli per gli altri Paesi, dovrebbe piuttosto preoccuparsi degli allarmanti livelli di emissioni, delle varie procedure di infrazione a nostro carico e della mancanza di risorse che non consentiranno all’Italia di rispettare i protocolli internazionali. I cittadini sanno perfettamente che l’ambiente non è considerato un valore da questo Governo, ormai – conclude Di Nardo – aspettano solo che tolga il disturbo una volta per tutte”.