Cava de Tirreni Politiche sociali, in arrivo strumenti a sostegno delle famiglie

0

  

L’assessore alle Politiche sociali, Vincenzo Lamberti, sottolinea ancora una volta  il grande lavoro svolto, nella sua qualità di consigliere regionale rappresentante del territorio, dell’on. Giovanni Baldi che nella sua veste di presidente della commissione regionale alle Politiche giovanili e al disagio sociale sta contribuendo a spingere gli indirizzi politici della Regione Campania verso un’attenzione particolare alle fasce più deboli della società campana, maggiormente esposte alla crisi congiunturale che si sta attraversando. Gli ultimi due strumenti d’ausilio sono l’avviso pubblico Caregiver, che mira al sostegno alle famiglie che vivono situazioni di difficoltà legate alla presenza di persone colpite da malattie progressivamente invalidanti, quali l’Alzheimer, la Sla, la distrofia muscolare, la sclerosi multipla, le patologie tumorali, l’Aids. A tale bando possono partecipare le organizzazioni di volontariato, quelle di promozione sociale, le cooperative sociali, le fondazioni, gli enti riconosciuti delle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato accordi o intese, operanti nel settore della programmazione, organizzazione e gestione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. I progetti di assistenza potranno avere costi fino a 200 mila euro ciascuno. 
Il secondo strumento a favore delle famiglie è il bando finalizzato ad offrire un sostegno ai cittadini che, per l’anno 2011, usufruiscono di appartamenti in locazione. Il sostegno viene garantito dal Comune di Cava de’Tirreni attraverso un finanziamento della Regione Campania .
Possono partecipare al bando tutti i cittadini residenti nel Comune di Cava de’Tirreni che non siano proprietari o usufruttuari di altri appartamenti adeguati alle esigenze del nucleo familiare e che siano titolari per  l’anno 2011  di un contratto di locazione relativo ad un immobile ubicato sul territorio comunale che non sia di edilizia residenziale pubblica e avere i seguenti requisiti economici:
Fascia A)  Indicatore della situazione economica (Ise) non superiore a € 11.985,22 (con un’incidenza del canone  maggiore o uguale al 14%) – contributo max. € 1.500,00;           
Fascia B) Indicatore della situazione economica (Ise) non superiore a € 18.000,00 (con un’incidenza del canone maggiore o uguale al 24%) – contributo max. € 1.350,00.
Una percentuale pari al 75% delle risorse assegnate è destinata ai concorrenti della fascia A; la restante quota del 25% è destinata ai concorrenti della fascia B.
A parità di punteggio sarà data priorità in base alle seguenti condizioni ai concorrenti che hanno avuto uno sfratto, che non hanno reddito, che hanno famiglie con ultrasessantacinquenni, che hanno famiglie monoparentali, che hanno presenza di uno o più componenti disabili e in relazione al numero dei componenti il nucleo familiare.
Le domande di partecipazione devono essere presentate all’Urp del Comune o a mezzo raccomandata AR entro e non oltre le ore 12 del  7 novembre 2011, utilizzando l’apposito modulo prestampato reperibile presso l’Ufficio dei Servizi Sociali di via A. Sorrentino n. 19, l’ufficio Urp al Palazzo di città o sul sito della Città di Cava de’Tirreni, http://www.comune.cava-de-tirreni.sa.it, alla sezione bandi e concorsi.
«Non è facile dare risposte sufficienti alle richieste sempre più numerose di aiuto che partono dalle famiglie cavesi in difficoltà – sottolinea l’assessore alle Politiche sociali Vincenzo Lamberti -.  Le risorse a disposizione nelle nostre casse comunali sono sempre più ridotte e, dunque, è solo un lavoro di squadra adeguato con gli altri Enti Locali che può produrre azioni davvero incisive a sostegno delle fasce deboli. Perciò il filo diretto con l’on. Baldi è quotidiano. Come altrettanto quotidiano è il suo lavoro in Regione per produrre strumenti di contribuzione mirati ai ceti più deboli: dall’assistenza alle famiglie, come nel caso dei progetti di Caregiver, al contributo alloggiativo».

FONTE CAVAREPORTER

INSERITO DA ANGELA CECERE