METEO, OGGI ULTIMO SOLE. DOMANI PIOGGIA E FREDDO

0

ROMA – Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia situazione: condizioni di instabilità tra lo Ionio ed il Mar libico, interessano Sicilia e Calabria; Sulle restanti aree dell’Italia permane un campo di alta pressione con prevalenti condizioni di tempo stabile e soleggiato, ma in serata sopraggiunge un sistema nuvoloso su zone alpine. Nord: cielo sereno o poco nuvoloso, con isolati banchi di nebbia mattutini e notturni su Pianura Padana. Nuvolosità in aumento dal pomeriggio sulla Liguria e sulle zone alpine-prealpine, con isolati rovesci o temporali. Dalla serata, graduale ulteriore aumento della copertura nuvolosa, con previsti temporali sulle zone alpine, specie di Piemonte e Lombardia , ove potranno assumere carattere di forte intensità. Centro e Sardegna: poco nuvoloso, con foschie dense ed isolati banchi di nebbia mattutini e notturni, specie su Toscana. Nubi in graduale aumento dalla tarda mattinata nelle zone interne e sui rilievi, con previsti isolati rovesci pomeridiani, specie sul Lazio e Toscana. Sud e Sicilia: nuvolosità variabile a tratti intensa sulla Sicilia e Calabria, con rovesci e temporali, specie sui rilievi. Poco nuvoloso su restanti zone, con addensamenti pomeridiani e deboli rovesci su zone montuose di Campania e Basilicata. Al mattino e nottetempo foschie dense ed isolati banchi di nebbia su pianure. Temperature: in diminuzione al nord e sulle regioni tirreniche. Stazionarie sul resto del paese. Venti: deboli variabili, tendenti a provenire dalla mattinata dai quadranti meridionali ed a rinforzare. Rinforzo più deciso dal tardo pomeriggio su Liguria, Toscana, Sardegna e coste dell’alto Adriatico. Mari: quasi calmi o poco mossi, con moto ondoso in rapido aumento dal pomeriggio su Mar Ligure, Tirreno settentrionale , mar di Sardegna e alto Adriatico LE PREVISIONI PER DOMANI Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, venerdì 7 ottobre. Nord: ampie schiarite già dal primo mattino su Valle d’Aosta e Piemonte. Nubi compatte inizialmente sul resto del nord, con rovesci e temporali sparsi che assumeranno forte intensità nelle prime ore del giorno sulla Lombardia estendendosi in mattinata alle regioni di nord-est. Rapido miglioramento dalla tarda mattinata sulla Lombardia e dalle prime ore del pomeriggio sul resto del nord. Sereno o poco nuvoloso in serata. Centro e Sardegna: tempo in peggioramento. Cielo molto nuvoloso o coperto con rovesci e temporali sparsi, dapprima sulle regioni tirreniche e, successivamente anche su Umbria e Marche. Fenomeni più isolati sull’Abruzzo. Dal primo pomeriggio, rapido miglioramento sulla Toscana e sulla Sardegna, con schiarite in estensione al resto del centro nelle ore serali. Sud e Sicilia: dapprima nuvolosità variabile sulla Sicilia e sulle regioni del basso versante tirrenico con qualche rovescio sui monti e cielo sereno sul resto del sud. Nuvi in deciso aumento nelle ore pomeridiane, con piogge sparse e temporali localmente intensi su Campania, Basilicata tirrenica, Calabria e Sicilia settentrionale nelle ore serali. Temperature: in netta diminuzione al centro-nord e sulla Sardegna, seppur con locali condizioni più gradevoli a ridosso dell’arco alpino. In diminuzione anche al sud, ma in modo più graduale e riferito essenzialmente alla seconda parte della giornata. Venti: forte da nord-ovest sulla Sardegna. Inizialmente da ovest/sud-ovest moderato sul resto del paese, con rinforzi anche sensibili su Liguria, alta Toscana, Marche, Emilia Romagna e coste dell’alto Adriatico. Dalla tarda mattinata, Foehn intenso ad iniziare dalle regioni di nord-ovest e in estensione al resto del nord nel pomeriggio. Bora forte dal pomeriggio sull’alto Adriatico. Successiva rotazione dai quadranti settentrionali e rinforzo anche al centro-sud. Mari: agitati o molto agitati il Mar Ligure, il Mar di Sardegna e il medio e alto Tirreno. Possibile burrasca sulle coste della Liguria di Levante, della Versilia e della Sardegna nord-occidentale; mossi, tendenti a divenire molto mossi tutti gli altri mari. fonte Leggo