Costa d´ Amalfi la Chiesa salva il turismo

0

Costa d’ Amalfi la Chiesa salva il turismo . Una grande mano al Turismo e più precisamente all’accoglienza, all’animazione, al ….divertimento la sta dando la Chiesa, ed in modo particdolare i vari comitati festeggiamenti. Si, perchè nessuno dei nostri addetti ai lavori, nessuno amministratore locale o provinciale forse si è accorto che la costiera amalfitana è ancora zeppa di turisti di ogni nazionalità in ogni ordine di struttura.

E nessuno ha pensato di accoglierli degnamente e soddisfacentemente. Quindi, anche se involontariamente, ci ha pensato la Chiesa, che, a dire il vero, da un  pò di tempo, con la sua pastorale per il turismo e tempolibero, si sta dando da fare in modo molto costruttivo e propositivio, anche attraverso le proprie realtà fatte di comitati ed altro. Processioni, concerti bandistici, fuochi di artificio dai mille colori si sono susseguiti, in questo settembre-ottobre, a ritmo accettabile per la grande gioia dei visitatori della costa, ormai disabituati a tali rappresentazioni, vuoi per credo, vuoi per stile di vita.

La processione, la banda che suona festosa, i canti, i bambini contenti, le campane a festa, i fuochi artificiali sono stati in questi giorni oggetti di ammirazione, apprezzamento, curiosità e di foto, tante foto da mostrare agli amici al rientro a casa.

E tutti iniseme (sempre appassionatamente) abbiamo salvato alquanto la faccia dell’incompetenza, abbiamo camuffato la scarsa o nulla programmazione, abbiamo salvato il salvabile

Gaspare Apicella