SALERNO. Banditi armati assaltano il Carrefour

0

 

Minacciato il titolare del market del Carmine:1200 euro il bottino Rapina a mano armata, ieri mattina, nel cuore del quartiere Carmine. Obiettivo dei malviventi il supermercato Carrefour Market di via Francesco La Francesca dove, poco dopo le 10.30, due uomini, con il viso travisato da un passamontagna, sono entrati e, dopo aver minacciato, pistola alla mano, una cassiera e il responsabile del punto vendita, si sono fatti aprire da quest’ultimo la cassaforte, portandosi via circa 1200 euro. Il tutto è durato poco meno di un minuto e mezzo, sotto gli occhi attoniti e spaventati dei clienti, pochi per fortuna, che in quel momento erano intenti nella spesa giornaliera. I rapinatori sono giunti davanti al supermercato a bordo di uno scooter – un Beverly 500 di colore scuro poi ritrovato dalle forze dell’ordine arrivate sul luogo del reato pochi istanti dopo la fuga dei due – e, una volta varcate le porte del market, hanno raggiunto la cassa più vicina all’uscita e si sono fatti consegnare dalla cassiera l’i ncasso delle prime ore della mattinata; dopodiché si sono diretti verso il box occupato dal direttore della filiale e minacciando con l’arma il responsabile in servizio in quel momento, si sono fatti aprire la cassaforte contenente poco meno di mille euro. Il bottino complessivo che i malviventi si sono portati via, fuggendo a bordo dello scooter, è stato quindi di circa 1200 euro. Immediato l’allarme lanciato dai dipendenti del supermercato dove in pochi minuti sono arrivati gli agenti della squadra mobile della polizia che attualmente stanno indagando per risalire all’identitá dei due rapinatori. In tarda mattinata, poco distante dal supermarket, in via Costa, gli agenti hanno poi ritrovato lo scooter usato dai due malviventi per compiere il colpo, risultato precedentemente rubato. Difficile, per i dipendenti del market, fornire una descrizione precisa dei due piombati nel locale ieri mattina, visto che indossavano grossi giubbini che mimetizzavano la loro corporatura e presentavano il volto coperto dal passamontagna. Il colpo è però stato ripreso dalle telecamere a circuito chiuso del supermercato e ora i video sono al vaglio delle forze di polizia. La rapina, benché estremamente veloce e fortunatamente priva di complicazioni, ha comunque scosso non poco sia i clienti che l’h anno vissuta in diretta che il personale impiegato alle casse. Data l’estrema rapiditá dei malviventi alcuni acquirenti raccontano però di non essersi nemmeno accorti di quanto stava avvenendo. Il responsabile del punto vendita, ossia colui a cui i rapinatori hanno puntato in faccia la pistola intimandogli di aprire la cassaforte, dopo lo spavento iniziale e dopo aver reso la sua versione dei fatti alla polizia, è tornato a svolgere regolarmente il suo lavoro tant’è che il supermercato ha seguito il normale orario di apertura al pubblico. «Ormai il peggio è passato – ha detto alla fine della difficile mattinata – quello che conta è che nessuno si sia fatto male». Il colpo messo a segno ieri mattina, solo l’ultimo in ordine cronologico in una stagione alquanto “calda” per il numero di episodi avvenuti, ha inevitabilmente riaperto la questione sicurezza in cittá.

Fiorella Loffredo LA CITTA