Turismo a Sorrento, un Tecnico per Assessore?

0

Autore: Salvatore Caccaviello

In previsione del prossimo rimpasto in giunta, con la sicura uscita dall’esecutivo dell’attuale Assessore al Turismo, vari sono i nomi del possibile candidato. A tale proposito non sarebbe opportuno che tale importante carica fosse affidata ad una personalità espressione del mondo imprenditoriale del turismo sorrentino?

Non si riesce a capire come mai , da anni , la carica di Assessore al Turismo del Comune di Sorrento non venga affidarla ad una figura che possegga le giuste capacità tecniche in un settore altamente strategico e vitale per una città che fa del turismo la sua principale attività economica. Una persona che sappia interpretare tale ruolo in piena autonomia, in quanto tante volte un paese turistico ha delle esigenze che possono contrastare con il normale percorso politico. Un politico di solito è costretto a prendere delle decisioni che spesso contrastano con le esigenze del momento in quanto deve pur sempre dar conto alla sua parte politica e al suo elettorato. Un tecnico invece potrebbe muoversi con più autonomia mettendo a disposizione la propria esperienza al servizio della città, ponendosi degli obbiettivi ed anche in sinergia con gli imprenditori del settore, lavorare esclusivamente per il loro raggiungimento. Infatti potrebbe esser molto più semplice per un tecnico, con esperienza e capacità, risolvere i tanti problemi che tuttora affliggono tale settore di vitale importanza per la comunità sorrentina, non essendo legato alle regole della politica. Inoltre un addetto ai lavori saprebbe di sicuro instaurare più dialogo tra l’amministrazione e gli imprenditori in quanto capirebbe le necessità di coloro che investono i loro patrimoni nell’attività turistica. La salvaguardia dell’ambiente e del territorio dovrebbero essere le priorità. Settori che negli ultimi anni hanno lasciato molto a desiderare e la cui trascuratezza, da parte delle amministrazioni che si sono succedute al comando della città negli ultimi decenni e fenomeni come l’abusivismo edilizio, hanno fatto si che l’intero territorio abbia subito forti danni, le cui conseguenze si sono riversate inevitabilmente sull’economia turistica del paese. Negli ultimi anni a causa di tali fenomeni , lungo il territorio, sono nate innumerevoli attività ricettive che spesso operano nell’illegalità che oltre a provocare danni ai tanti imprenditori che da anni operano onestamente, danneggiano con la loro improvvisazione l’immagine del nostro paese. A tale proposito sarebbe opportuno, anche se inutilmente lo si è cercato di fare in passato, imporre un generale rispetto delle regole, da parte di tutti gli addetti ai lavori, con maggiori controlli delle varie attività e punire in modo esemplare i vari abusi ,onde evitare anche una conseguente svalutazione del “prodotto Sorrento”. La qualità della vita nella nostra città è senz’altro un’altra problematica a cui il prossimo Assessore, in sinergia con il resto dell’amministrazione e le forze dell’Ordine, dovrebbe intervenire in modo incisivo.. Infatti problemi come la viabilità e il traffico , nonostante tanta buona volontà, per il momento rimangono irrisolti. Si deve fare in modo che Sorrento ritorni la località da sempre rinomata in tutto il mondo, per la sua bellezza naturalistica, la sua felice posizione geografica e per la sua storia che ne hanno fatto, in passato, una delle maggiori attrazioni turistiche a livello mondiale. L’Assessore al Turismo si dovrebbe occupare soprattutto della promozione di Sorrento nel mondo, raggiungere obbiettivi vitali per l’economia della nostra città. Conoscere ed avere la competenza per  entrare in nuovi mercati e nello stesso tempo aumentare la quota di penetrazione presso la clientela già acquisita. Per tale ragione tale importante ruolo dovrebbe essere rivestito da una figura di alto prestigio, di grande esperienza e professionalità. Fare turismo ad alto livello e promuovere le bellezze del proprio paese può essere intesa quasi come una missione , tale professione non la si improvvisa ma la si ottiene con anni di esperienza ed non è alla portata di tutti. I sorrentini da sempre hanno espresso una grande capacità nel fare turismo. La nostra ospitalità, le nostre magnifiche strutture ricettive e la grande professionalità, dei nostri addetti ai lavori, sono rinomate in tutto il mondo, merito soprattutto della capacità dei nostri imprenditori nel saper intuire le esigenze dei nostri ospiti e saperli sempre accontentare e farli trascorrere da sempre indimenticabili soggiorni a Sorrento. Ebbene, di sicuro, tale figura importante, in quanto determinante per un’amministrazione di un paese a vocazione turistica come Sorrento, va cercata presso questa categoria di professionisti del turismo. Tanti sono i personaggi di alto rilievo che il turismo sorrentino ha espresso nel corso degli ultimi decenni. Albergatori, Ristoratori , Tour Operators che possono benissimo vestire tale ruolo di alta responsabilità, mettendo a disposizione della città la loro esperienza in modo da contribuire affinché Sorrento ritorni ad occupare quel ruolo di alto livello che da sempre gli compete nel panorama turistico mondiale.
Sorrento, 24 settembre 2011 – Salvatore Caccaviello