PENISOLA SORRENTINA. Differenziata in Costiera, super consorzio più vicino

0

In Penisola sorrentina si torna a discutere della possibile costituzione di un consorzio unitario per la gestione della raccolta dei rifiuti. L’altra mattina, si legge in un articolo di Massimiliano D’Esposito pubblicato oggi sul Mattino, si è riunita l’assemblea dell’Arips, l’ente che fa capo alle amministrazioni di Massa Lubrense, Sorrento, Sant’Agnello, Piano, Meta e Vico Equense. All’ordine del giorno della riunione proprio la possibile costituzione di un soggetto unico che possa prendere in carico il servizio. “La normativa vigente dispone che la raccolta deve passare nelle dirette competenze della provincia – spiega il Sindaco di Sant’Agnello e presidente dell’Arips, Gian Michele Orlando – ma noi abbiamo chiesto una modifica di questo articolo, tanto più che dalla Provincia di Napoli sembrano intenzionati a non sobbarcarsi questo onere.” Il Penisola sorrentina la differenziata supera il 60% e gli enti locali non sono disposti a dilapidare il bagaglio di esperienze acquisite. “I cda di Penisola Verde e Terra delle Sirene – aggiunge Orlando – le due municipalizzate che si occupano di raccolta e spazzamento a Sorrento, Piano, Meta e Massa lubrense (a Vico Equense e Sant’Agnello il sevizio è affidato a società esterne) si son detti pronti a una fusione perché il cospicuo know-how di competenze acquisito non vada disperso.

FONTE VICO EQUENSE ONLINE