Piano di Sorrento mi diverto in piscina con i disabili al Camping dei Pini

0

La piscina dei campioni del nuoto club penisola sorrentina nel Camping dei Pini ha collezionato un’altra vittoria, quella ottenuta dalla partecipazione di 14 ragazzi diversamente abili ad attività ludiche in piscina.  

Il giorno 15 settembre nella sala consiliare del Comune di Piano di Sorrento si è tenuta la festa per la conclusione delle attività del progetto “mi diverto – Piscina h”, fortemente voluto e promosso dai servizi sociali del Comune di Piano di Sorrento e dal Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici. Durante i festeggiamenti è stato proiettato un video realizzato dalla Cooperativa Oltre i sogni con tutte le foto dei momenti salienti dell’esperienza vissuta, al fine di mostrare, a tutti i soggetti intervenuti, l’effettivo buon esito del progetto.

 

La riuscita dell’iniziativa, realizzata presso la piscina del “Camping i Pini”, è il frutto di serie e proficue sinergie tra gli Enti operanti sul territorio, le attività in piscina sono state infatti realizzate dalla Cooperativa Alma responsabile della riabilitazione in acqua e dalla Cooperativa Oltre i sogni che ha promosso giochi in piscina ed assistito i ragazzi durante tutta l’attività.

 

Ogni ragazzo ha usufruito inoltre del servizio di trasporto dal proprio domicilio alla piscina e viceversa messo a disposizione dalla Cooperativa Progetto Sociale.

Il progetto ha visto impegnati 14 ragazzi diversamente abili residenti nel Comune di Piano di Sorrento per 11 giorni a partire da fine luglio fino alla prima decade di settembre.

L’entusiasmo negli occhi dei ragazzi, la soddisfazione dei progressi realizzati nell’acquisire una sempre maggiore familiarità con l’acqua, i legami sempre più forti  tra il gruppo … sono stati questi i risultati “veri” del progetto.

Giorno dopo giorno le iniziali titubanze e perplessità di alcuni genitori hanno lasciato il posto alla serenità e alla gioia di vedere i propri figli impegnati in un’attività in grado di coniugare la loro tranquillità con l’incolumità, il bisogno di sperimentarsi in attività nuove e il divertimento dei ragazzi.