Ravello Concorso Lirico il Comune non concede auditorium e salta. Lettera mandata a Vuilleumier

0


Ravello Città della Musica ma non del canto. Salta per indisponibilità da parte del Comune della costiera amalfitana dell’Auditorium la settima edizione del concorso Internazionale di Canto Lirico Ravello – “Citta’ della Musica” previsto per il 15-16-17 settembre 2011. “La manifestazione non si realizzerà per la negata concessione a titolo gratuito dell’Auditorium Oscar Niemeyer da parte del Comune di Ravello – dice la direttrice artistica Patrizia Porzio -, a nulla sono valse le nostre proteste per la mancata considerazione del fatto che è una manifestazione senza scopo di lucro che porta in Campania cantanti da tutto il mondo che creano anche indotto al paese il sindaco Paolo Vuilleimeier non ci ha mai risposto con una lettera ma solo in piazza dicendo a voce che si doveva pagare, ma aspetto ancora una sua risposta scritta alle mie lettere.E’ una tristezza” E così in questi giorni la costa d’ Amalfi non avrà una manifestazione che aveva oramai un prestigio e un’organizzazione collaudata con rilievo internazionale

E’ apparsa, da qualche giorno, sul sito del Concorso Internazionale di Canto Lirico Ravello – Città della Musica (http://www.concorsoliricoravello.com/), la notizia che la Settima Edizione del Concorso prevista per il 15-16-17 settembre 2011 non si realizzerà per la negata concessione a titolo gratuito dell’Auditorium Oscar Niemeyer da parte del Comune di Ravello.

Il Concorso che nel corso degli anni si è accreditato come una delle più importanti competizioni internazionali di canto lirico,  è stato un vero e proprio trampolino di lancio per giovani talenti che numerosi e da tutte le parti del mondo (Giappone, Cina, Corea, Australia, Stati Uniti, Canada, Sud America, Russia, Europa) popolavano per quattro giorni la cittadina della musica, contendendosi attraverso tre selezioni (eliminatoria, semifinale e finale) l’ambito titolo. Ad esaminarli, giurie di alta qualità, formate dai grandi nomi della musica classica ed autorevoli rappresentanti dei teatri lirici-sinfonici italiani. In seno al Concorso, per sottolineare il rapporto privilegiato del compositore tedesco con la pittoresca cittadina della Costiera Amalfitana, veniva consegnato, proprio dal Comune di Ravello, il Premio Richard Wagner ad una alta personalità del mondo della cultura la cui propria opera era legata al genius loci di Lipsia.  

Il Concorso totalmente finanziato  da privati e dalle iscrizioni dei partecipanti, a costo zero per il Comune, ha nella sua forma giuridica, come da Statuto, il vincolo del  no-profit vale a dire, l’esclusione da qualsiasi scopo di lucro e nel contempo mira alla promozione di giovani artisti talentuosi ed il loro inserimento nel così tanto difficile mondo del lavoro legato all’arte del Melodramma.

“ Una nobile causa mortificata dal superficiale e snobistico atteggiamento del Sindaco che in altre occasioni come per il saggio della scuola di danza di Ravello ne ha concesso gratuitamente la struttura”.

Questo il commento della promotrice della manifestazione, il mezzosoprano Patrizia Porzio e a seguire la seconda lettera inviata al Sindaco Vuilleumier alla quale, così come alla prima, non ha ricevuto alcuna risposta.

Ravello, 1 settembre 2011

 

                                                                             

Egregio Sindaco,

in data 10 giugno u.s.  in qualità di Direttore Artistico e promotrice del Concorso Internazionale di Canto Lirico Ravello – Città della Musica, Le ho avanzato richiesta  di Alto Patrocinio e di disponibilità  per i giorni 15- 16-17 settembre 2011 dell’Auditorium Oscar Niemeyer  nel quale svolgere l’evento.

Le evidenziavo, altresì, che Il Concorso alla sua settima edizione ha raggiunto alti livelli artistici grazie al coinvolgimento di  autorevoli personalità del mondo della musica classica: direttori d’orchestra di fama internazionale, sovrintendenti e direttori artistici dei più prestigiosi teatri lirici-sinfonici e festivals europei, musicologi del calibro di Roman Vlad, Leone Magiera e Piero Rattalino.

In questo settennale,  più di mille giovani talenti  provenienti da tutto il mondo si sono contesi il prestigioso premio che ha permesso loro poi di esibirsi sui più importanti palcoscenici del mondo e per  le reti della RAI.

Tra gli sponsors e i sostenitori  si sono succeduti: l’UNESCO,  Expoitaly, la Confidarma (ramo dell’Unione Industriali),  Unioncamere (l’Unione delle Camere di Commercio),  il Centro Universitario di Studi Europei , la Banca di Credito Popolare,  la Toyota International, RAI Sat, Tele France,  la Regione Campania, l’EPT di Salerno,  gli Albergatori ed i Ristoratori di Ravello, il Comune di Ravello

Ho richiesto più volte anche tramite funzionari del Comune, un tempestivo riscontro e, purtroppo,  solo agli inizi di agosto, dopo un nostro incontro del tutto causale in Piazza Vescovado, mi ha informalmente comunicato che non avrebbe potuto  concedere l’Auditorium a titolo gratuito per la manifestazione  in questione.

Sta di fatto che la mancata disponibilità dell’Auditorium, che dovrebbe essere  sede deputata  alla realizzazione di progetti formativi, oltre a mortificare  la crescita culturale del territorio e ad impedire la creazione di una fucina musicale di giovani talenti, si pone anche in contrasto  con gli obiettivi indicati dall’Unione Europea in materia di erogazione di fondi pubblici.

Tanto Le dovevo, anche in attesa di una Sua risposta,

 

Distinti saluti,

Patrizia Porzio