Salerno scontro frontale muore centauro

0

Schianto mortale la notte scorsa sulla statale 18, all’altezza dell’incrocio di Pagliarone, a Montecorvino Pugliano. A perdere la vita Antonio De Maio, 49 anni, operaio di una societá municipalizzata del Comune. L’uomo, residente in via Fuorni, è deceduto a seguito dello scontro della sua moto con una Fiat Multipla. Inutile il trasporto presso il pronto soccorso del “Ruggi”. • Secondo una prima ricostruzione, la monovolume stava facendo un’inversione del senso di marcia nel momento del violento impatto. L’operaio è morto durante il trasporto in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale “Ruggi” di via San Leonardo a Salerno. • Era da poco passata l’1.30, tra venerdì e sabato. Antonio De Maio stava viaggiando a bordo di una moto Suzuki 1000 in direzione di Battipaglia. Non c’è molto traffico a quell’ora sulla strada che collega Pontecagnano a Bellizzi. Il motociclista ha superato di un centinaio di metri l’incrocio di Pagliarone, a Montecorvino Pugliano, quando si è trovato la corsia di marcia occupata dalla Fiat Multipla, in fase di manovra. Tutti i tentativi di frenata e le manovre per evitare l’impatto sono stati vani. • I testimoni hanno raccontato di aver udito lo stridio di gomme sull’asfalto seguito da un forte tonfo. Quello della moto contro la carrozzeria della Fiat Multipla. • La moto di Antonio De Maio è finita sull’asfalto in mille pezzi. La richiesta dei soccorsi è stata immediata. Sul luogo della segnalazione si è portata un’ambulanza del servizio 118 con il medico rianimatore a bordo. Il motociclista era ancora vivo, anche in gravissime condizioni. L’uomo è, purtroppo, deceduto durante il trasporto in ospedale. • Il rilievo del tragico incidente è stato fatto dai carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Battipaglia, diretta dal capitano Giuseppe Costa. I militari hanno ora avviato un’indagine per appurare eventuali responsabilitá dell’accaduto. • La moto e l’auto incidentate sono state sottoposte a sequestro. In un secondo momento il magistrato di turno alla procura di Salerno, incaricato delle indagini, potrebbe richiedere delle perizie tecniche supplementari per chiarire le responsabilitá dell’incidente. • Il conducente della Fiat Multipla, secondo una prima versione dei fatti, era in fase di manovra per fare un’inversione del senso di marcia. La monovolume, infatti, aveva sbagliato strada e doveva tornare indietro per prendere la bretella di collegamento tra la statale 18 e l’innesto A3 di Pontecagnano Sud. Una distrazione fatale per il conducente che ora è formalmente indagato. ( Massimiliano Lanzotto La Città)