VALLO DELLA LUCANIA: CALCIO SERIE D, GELBISON-HINTERREGGIO 0 A 0

0

Una buona Gelbison contro una coriacea Hinterreggio per un pareggio, a reti bianche, che accontenta entrambe le formazioni. Si può così riassumere il confronto del “Morra” di Vallo della Lucania. Due squadre speculari nel modulo il 4-3-3- e che hanno tentato di vincere in un match reso difficile anche dal caldo che alla colonnina di mercurio ha fatto toccare i 30 gradi. Si inizia e dopo appena sette minuti occasione gol per la Gelbison con il palo esterno colpito da Senè. Non si ferma qui la Gelbison perché ancora Senè, il migliore dei suoi, impegna il portiere ospite Cutrupi al 12° e al 15° prima con un cross insidioso che si spegne di poco oltre la traversa e poi con un’incursione centrale su assist di Pascuccio. Altra occasione da gol per la Gelbison al 17° quando sempre Senè, imbeccato da Borsa, si incunea tra i centrali dell’Hinterreggio ma l’attento portiere biancoazzurro Cutrupi riesce ad anticiparlo in uscita a limite dell’area. Senè si traveste anche da uomo assist quando al 30° mette al centro un pallone per Tulimieri che di poco è anticipato da un difensore avversario. Al 32° l’Hinterreggio è costretta alla prima sostituzione con il numero 10 Pastorino che deve lasciare il posto a Trentinella per infortunio. Il finale di tempo è poi tutto targato Hinterreggio; la squadra calabrese al 40° sfiora il gol con una punizione di La Canna e al 46° con Ancione che dopo una respinta delle difesa tira da fuori area sfiorando la traversa. Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Inizia il secondo tempo e si vede come gli uomini guidati da Di Maria si impadroniscono del terreno di gioco. Già al 10° è La Canna a impegnare l’estremo difensore Spicuzza che si deve prodigare in una parata plastica per evitare la capitolazione. Al 12° la Gelbison perde il suo uomo migliore Senè che è costretto a lasciare il campo per infortunio muscolare, nei prossimi giorni la diagnosi. Le squadre, anche per il caldo, non riescono più a produrre un gioco fluido e le emozioni sono rimandate tutte al finale. Al 43° la Gelbison resta in 10 uomini per l’espulsione per proteste di Montariello. Sulla seguente azione gol annullato all’Hinterreggio; da calcio d’angolo la palla arriva a Taverniti che mette nel sacco. La gioia del numero 13 calabrese è però stoppata dall’arbitro che si accorge della segnalazione di fuorigioco del suo assistente. L’ultima azione degna di nota è della Gelbison che va vicina alla vittoria con Braca che al 46° in semirovesciata all’interno dell’area mette la palla di poco alta sulla traversa.

Lorenzo Ruocco

INTERVISTE

EMILIO LONGO (mister Gelbison):  Il risultato del campo bisogna accettarlo però non mi soddisfa. I miei ragazzi hanno giocato un ottimo primo tempo e anche se nel secondo tempo sono venuti fuori loro l’occasione per vincere la partita è stata nostra. Sicuramente c’è da migliorare, ma di fronte avevamo una signora squadra. E’ un pareggio che fa morale e classifica soprattutto in vista dell’obiettivo salvezza che vogliamo raggiungere il prima possibile.

MAURIZIO PUGLISI (presidente Gelbison): Ottimo primo tempo contro una squadra che lotta per la promozione. Alla fine resta il rammarico che la partita poteva essere anche vinta, ma va bene così. Per raggiungere l’obiettivo salvezza il pareggio è d’oro

GAETANO DI MARIA (mister Hinterreggio): Abbiamo giocato contro una squadra motivata e su un campo dove è sempre difficile fare risultato. Tranne il primo tempo, non possono recriminare nulla ai miei uomini. Mi dispiace per il gol annullato, ma non capisco il motivo; dalla panchina non sembrava fuorigioco.

TABELLINO

Gelbison (4-3-3): Spicuzza, Melcarne, Montariello, Borsa, Pascuccio, Braca, Sica, Pecora, Senè, Amarante, Tulimieri. A disposizione: Brancale, Carullo, Raffo, Manzillo, De Cesare, Grimaudo, Ortolini. Allenatore: Longo

Hinterreggio (4-3-3): Cutrupi, Sinicropi, Marguglio, Muni, Iossa, Franceschini, Lavrendi, Ancione, Arigò, Pastorino, La Canna. A disposizione: Parisi, Taverniti, Cotroneo, Sciarrone, Trentinella, Crea, Crisalli. Allenatore: Di Maria

Arbitro: Antonio Carrisi di Brindisi. Assistenti: Lanetti e Pirro

Sostituzioni: Gelbison – De Cesare per Senè al 12° (2° tempo), Grimaudo per Tulimieri al 18° (2° tempo), Manzillo per Pecora al 37 (2° tempo). Hinterreggio – Trentinella per Pastorino al 32 (1° tempo), Taverniti per Muni al 22 (2° tempo), Sciarrone per Muni al 43° (2° tempo)

Espulsi: Gelbison – Montariello al 43° per proteste

Ammoniti: Gelbison – Montariello, Pecora e De Cesare. Hinterreggio – La Canna

Angoli: Gelbison 3. Hinterreggio 5

Recupero: 2 minuti (1° tempo) e 4 minuti (2° tempo)

Note: spettatori circa 500 con sparuta rappresentanza ospite. Un pomeriggio di caldo afoso.