DAL MYTH FESTIVAL DI POSITANO LA BELLA TOSCA CORRE A ROMA

0

(giulia nardone/positanonews) – POSITANO, 7 SETT –  “Devo registrare “Borghese Gentiluomo” che riprendo da novembre”. E’ Tiziana Tosca Donati, bella e dalla voce nata per il canto a parlare, ed è musica anche quando non canta. “La serata di ieri che ho tenuto per il Positano Myth Festival, insieme a Rossana Casale, sarà indimenticabile non solo per il nostro spettacolo, ma soprattutto perchè ho rivisto Positano. La prima volta che venni qui – ricorda Tosca – ero ragazzina, all’ultimo anno di ragioneria e gli insegnanti ci portarono qui per la gita di fine anno. Già allora, come oggi, mi appariva come un luogo speciale. Poi ci tornai, qualche anno dopo la scuola, in vacanza e ho qualche ricordo lontano legato ai primi amori; ma da artista, a lavorarci, non ci ero mai venuta”.

 

 Scoperta da Renzo Arbore in un piano bar romano, Tosca arriva poi a Sanremo, nel 1996,  dove virnce con Ron  con “Vorrei incontrarti fra cent’anni”. La sua vita si divide tra teatro  e musica ed incontri importanti che l’hanno portata a un successi sempre maggiori.

 

Quest’inverno la vedremo a partire dal 29 novembre impegnata nel teatro, sarà in quella data al teatro Vighizzolo con «Il borghese gentiluomo» di Molière nella versione moderna, comédie-ballet , di Molière, prodotta e allestita dall’Antheia di Roma in collaborazione con Ortomagico Musical di Fermo.

 

Questa spassosissima opera, dal ritmo serrato e travolgente, si snoda intorno alla figura, sempre comicissima, del ricco borghese Monsieur Jourdain (che vorrebbe farsi gentiluomo e si copre invece solo di ridicolo) interpretato da uno straordinario e versatile Massimo Venturiello, qui nella duplice veste di attore e regista, il quale, con magnetica professionalità, ha saputo attribuire al suo personaggio un carattere augusto ed insieme risibile, realizzando appieno il messaggio della satira sferzante. Al suo fianco Tiziana Tosca (Madame Jourdain) la quale come sempre, da grande interprete, ha saputo dominare la scena con estrema naturalezza ed una presenza piena ma insieme leggera e scherzosa, pungente e provocatoria, ammaliando con la sua voce matura e melodica, dalle sfumature a volte quasi jazzistiche.