NAPOLI, FABIOLA UCCISA A 4 ANNI DAL PIRATA

0

NAPOLI – E’ stato arrestato durante la scorsa notte l’automobilista che, dopo avere investito una bimba di 4 anni a Scampia, si è dato alla fuga lasciando in strada la piccola agonizzante. Soccorsa e trasportata in ospedale, Fabiola Carriola è morta poco dopo per le gravi ferite riportate. Francesco Mottola (di 25 anni, operaio edile di Casal di Principe) era alla guida della vettura (una Fiat Punto) che era intestata alla madre di un suo amico (D. S., di 20 anni) con lui al momento dell’incidente e quindi denunciato anch’egli per omissione di soccorso. Il venticinquenne, che si è costituito ai militari del suo comune, invece, deve rispondere di omicidio colposo. L’emergenza è scattata intorno alle 22:30 di sabato, in via Labriola. Come hanno accertato i poliziotti municipali, Fabiola era in compagnia della madre e dei 4 fratelli nell’area privata antistante il proprio palazzo, lotto C: allontanatasi di qualche metro è stata investita dalla Fiat Punto, che si è poi è allontanata velocemente. Soccorsa, la bimba è stata trasportata dal 118 presso l’ospedale Cardarelli, dove è morta poco dopo la mezzanotte. Grazie alla testimonianza di un uomo che aveva rilevato il numero di targa dell’auto pirata, si è risaliti all’intestatario e, quindi, al guidatore. Arrestato, il giovane è stato sottoposto ai rilievi tossicologici al Loreto Mare.

Lascia una risposta