Ravello Festival i numeri di un successo

0

Ravello costiera amalfitana costa d’ Amalfi. Ci sembra corretto fare un articolo a parte per il comunicato stampa del Ravello Festival sul loro resoconto

RAVELLO FESTIVAL, TUTTI I NUMERI DEL SUCCESSO Dieci eventi che hanno registrato il tutto esaurito, un incasso di 346.000 euro, pari al 28% del budget totale ed al 76% del budget artistico (sono le percentuali più alte dal 2003, e si attestano decisamente sopra la media del panorama nazionale), 10.500 paganti su un totale di poco più di dodicimila biglietti emessi (con una drastica riduzione di ingressi di favore): sono alcuni dei numeri del Ravello Festival 2011 conclusosi sabato 27 agosto con la prima assoluta dello spettacolo “Viaggi di Ulisse” di Nicola Piovani, evento che ha suggellato il successo della rassegna ravellese. Dai dati riassuntivi confrontati non solo con l’edizione 2010, (link in calce per consultarli) ma anche con quelle precedenti (il budget totale diminuisce dai € 2.500.000 del 2007 ai € 1.540.000 del 2010, fino alla cifra 2011 di € 1.230.000. Parallelamente gli introiti da biglietteria passano da € 300.000 nel 2007 a € 289.000 nel 2010, e nel 2011 raggiungono la cifra di € 346.000), emerge il significativo incremento di presenze (complessive e paganti) fatto registrare, a fronte di un budget più contenuto rispetto a quello degli anni scorsi, ed il rapporto molto virtuoso – quasi un record per il panorama italiano – tra le entrate di botteghino e l’investimento messo in atto. Si chiude, dunque, un’edizione di successo, caratterizzata per altro – rispetto ai Festival passati – da una maggiore densità di eventi, oltre che dalla sinergia con istituzioni importanti (Museo del Teatro di San Carlo, Publitalia – Mediaset, MIUR, Officina Italia…), da un riscontro di stampa sempre più gratificante, dall’assenza di qualsiasi calo di tensione che ha consentito di consegnare al pubblico un prodotto articolato e confezionato con cura in ogni dettaglio. A tutti, spettatori e ospiti, va il nostro ringraziamento per aver spinto il Festival, con la massiccia partecipazione agli eventi in cartellone, verso un successo tonificante che riafferma il ruolo della manifestazione come punto di riferimento imprescindibile nel panorama nazionale. (In allegato la tabella di confronto)