La festa della montagna a Cesarano di Tramonti.

0

Le manifestazioni estive organizzate dalla Comunità Tramontina non hanno, per quest’anno, fine. Dopo il nutrito e coinvolgente programma messo in essere, con il patrocinio del Comune, da quasi ogni villaggio, e che , oltre a richiamare un interessante e soddisfacente n umero di visitatori, ha soddisfatto in toto la popolazione residente ed i tramontini di ritorno, è il momento della ormai consolidata ed attesa “festa della montagna”. Anche il discorso della Dieta Mediterranea, che ha coinvolto con Minori capofila tutti i centri della costa amalfitana e parte del Cilento, ha interessato Tramonti per la genuinità ed efficacia dei prodotti della sua Terra.

Il tema della gastronomia (nuovo filone turistico) è quello prevalente, anche per tener fede alla presenza, a Polvica, della Casa del Gusto che mostra quanto di buono (tanto) le terre di Tramonti offrono: dal vino (di recente l’acquisizione della denominazione di origine controllata) al formaggio di vacca, pecora o capra, al fior di latte, alla mozzarella affumicata e farcita, ai pregevoli insaccati. Tramonti conta una ricca serie di caseifici artigianali che, insieme ai vini, sono presenti quasi quotidianamente sulle tavole dei buongustai locali e su quelle delle strutture ricettive della costa amalfitana. Non bisogna affatto sottacere l’apporto determinante degli operatori tramontini per la conoscenza ed affermazione della pizza in tutto il mondo.

La festa della montaqgna si svolge ogni anno alla frazione Cesarano che è quella posta più in alto, attraversata dalla provinciale Chiunzi Ravello e collegata a Maiori attraverso una arteria interna che passa per Pietre e Polvica: quindi più facile da raggiungere e con maggiori possibilità di parcheggio per l’auto. Quest’anno l’organizzazione è stata affidata ad un gruppo di giovani, guidati da Franco Amatruda che, nonostante domiciliato a Minori con la famiglia, non ha mai  cancellato la sua residenza a Tramonti: tipico esempio di amore ed attaccamento al focolare natio.

gaspare apicella