SAN ROCCO:IL VOLTO NEGATIVO DELLA FESTA

0

Riceviamo e pubblichiamo. A nove giorni dalla fine della festa di San Rocco al rione Maiano di Sant’Agnello,si tirano le somme: la notte tra domenica 21 e lunedi’22 sono state rubate le pentole e padelle ecc.del pasticciere M.T.di via Maiano,che ogni anno le metteva a disposizione,facendo da cuoco per cucinare primi piatti,polpette,friggere patatine e arrostire salsicce. L’anno prossimo ha dichiarato che non partecipera’piu’a questa organizzazione. Inoltre gli organizzatori della festa hanno tagliato fuori dalla festa il supermercato idea3,che tra l’altro offriva le angurie in passato,ed e’di maianesi storici,nonche’la macelleria di San Rocco,da Ferdinando; tutti soppiantati dal supermercato Supero’che ha fornito pasta,polpette,salsiccia,patatine,anguria ecc. Pare che dietro queste scelte ci sia una regia politica. Comunque per saperne di piu’bastera’chiedere a qualche organizzatore:Aversa,Querzoli,De Caro. Infine per notizia,non e’stato sparato il tradizionale fuoco di mezzanotte come negli altri anni.Mancavano i fondi? Eppure c’erano 30mila persone a vedere questa festa e a consumare. Chiedesi il ritorno tra gli organizzatori dei fratelli D’Esposito di idea3,Pasquale La Rocca il postino e Giuseppe lo stagnaro di Tordara.