Amalfi Una perizia sull’imposta killer e sulla sua stabilitá

0

Costiera amalfitana Una perizia sull’imposta killer e sulla sua stabilitá. Nella giornata di ieri i carabinieri, diretti dal capitano Erminio De Nisco, hanno effettuato una serie di rilievi, per verificare se l’anta assassina, che si è staccata dal suo binario e ha colpito mortalmente Giovanni Balsamo, il 64enne di Afragola in gita ad Amalfi, fosse a norma. I militari della Compagnia di Amalfi stanno ascoltando anche i testimoni e, soprattutto, hanno sentito nuovamente il 15enne che, involontariamente, ha provocato la caduta del pesante telaio in legno in strada. Individuato anche il falegname che aveva installato gli infissi: anche lui sará sentito nelle prossime ore. Intanto il pm Roberto Penna nominerá un perito a cui affidare la verifica tecnica.

Appare, comunque, abbastanza chiaro che il tragico incidente sia stato causato da una fatalitá e da coincidenze veramente singolari e, forse, irripetibili. L’infisso che ha fracassato il cranio al 64enne, impiegato dell’Asl Na2 nord, sposato con la signora Antonietta Di Palo e padre di tre figli, infatti, si è sollevato dai cardini, carambolando prima sulla ringhiera e poi cadendo in strada, intorno alle 15.30 di sabato, in quanto urtato con la nuca dal ragazzo, che occupava, con i genitori, la camera, ora sotto sequestro, di un bed and breakfast che si affaccia sulla salita Fra’ Gerardo Sasso. Il 15enne, in base alla ricostruzione fornita ai militari dell’arma, era seduto sul marmo della finestra-balcone e, fatalitá ha voluto che, nell’alzarsi, cozzasse contro l’imposta, che è piombata sulla carrabile, centrando in pieno il 64enne. Che si trovava proprio lì, assieme alla moglie e ai cognati, a gustarsi un gelato, prima di fare ritorno a casa, a bordo della motonave con cui era giunto in Costiera. Ieri la salma dell’uomo è tornata ad Afragola per i funerali. (g.d.s.)

fonte La Città

La notizia delle indagini sia sul ragazzo sia sul proprietario , come atto dovuto e pro forma, abbiamo deciso di toglierla dal contesto perchè non trova riscontro e negata dagli interessati che contestano pure altri particolari e ricostruzioni. Ad ogni buon conto Positanonews precisa quanto saputo e ribadisce che ha riportato solo quanto detto da altri (vedi anche Metropolis allegato) e crediamo nell’estraneità dei proprietari dalla vicenda


 

Lascia una risposta