L´ASL Salerno ridisegna la Sanità in Costa d´Amalfi. Si comincia con Positano.

0

Su mandato del Commissario Straordinario ASL Salerno, dott. Bortoletti, e di concerto con la dott.ssa Caropreso, Direttore Sanitario f.f. dell’ASL Salerno, il Direttore del Distretto Sanitario dott.ssa Grazia Gentile inizia da oggi una serie di incontri con i Sindaci della Costiera, con l’obiettivo di ridisegnare il Progetto Salute in Costa d’Amalfi, potenziando l’offerta di servizi sociosanitari e sanitari della ASL Salerno.

 

Si comincia con Positano, dove il modello organizzativo del Polo Sociosanitario dedicato al dott. Fiorentino, fortemente voluto dal Sindaco Michele De Lucia e inaugurato il 1 Giugno, è sicuramente vincente: oltre 120 utenti al mese, offerta di visite specialistiche per le principali branche mediche e chirurgiche, attività di tipo amministrativo quali rilascio tessere per esenzione, scelta del medico di base, ecc. consentono al territorio Nord della Costa d’Amalfi ed ai cittadini di Positano una vera e propria “autosufficienza sanitaria”.

 

Gli specialisti presenti operano infatti di concerto con i Medici di famiglia secondo il modello di “presa in carico” del cittadino-utente garantendo monitoraggio della malattia, riducendo ricoveri ospedalieri ed evitando spostamenti inutili. I risultati ottenuti in termini economico-gestionali e la qualità dei servizi resi inducono i vertici dell’ASL Salerno a proporre tale modello anche in altri ambiti, attraverso concertazione con i Sindaci della Costiera.

 

Tempi brevi: entro fine Agosto verranno contattati dal Direttore del Distretto tutti i Sindaci della Costiera: già previsti incontri con i Sindaci di Praiano, Amalfi e Minori, finalizzati a verificare la disponibilità di locali e di risorse del territorio, anche del Volontariato, da convogliare sul nascente progetto di Sanità Pubblica improntato al concetto del “Noi da Voi”, per una Sanità vicina ai cittadini, realizzata in strutture visibili ed accessibili, in un territorio dalle caratteristiche oro-geografiche particolari, quale la Costiera Amalfitana.

 

La Salute come Responsabilità Sociale Condivisa: con questa filosofia gestionale, contenuta nel Piano Attuativo della ASL Salerno, presentato dal Commissario Bortoletti e dalla dott.ssa Caropreso il 30 Giugno di quest’anno, parte il rilancio della Sanità 2011-2012 in Costa d’ Amalfi. In Agenda, verifica entro il 30 Agosto delle risorse del territorio attraverso collegamento con tutti i Sindaci dell’ambito, valutazione della sostenibilità tecnica ed economica del progetto da parte della Direzione Sanitaria e della Struttura Commissariale della ASL, condivisione del Progetto con i Sindaci della Costiera, la Conferenza dei Sindaci, le OO.SS e le Associazioni di Cittadinanza Attiva per ogni suggerimento: il tutto entro il 30 Settembre.

 

Da Ottobre a Marzo, realizzazione della nuova offerta dei servizi per i cittadini residenti, e, da Marzo in poi, integrazione di attività dedicate ai turisti (circa 500.000 presenze/anno, per lo più concentrate in Luglio ed Agosto, un terzo rappresentato da turisti stranieri) quali idroambulanze, potenziamento del 118 , guardia medica turistica, per garantire “vacanze protette” ai turisti, realizzazione della Carta dei Servizi ASL Salerno per i turisti in Costa d’Amalfi. A ciò si aggiunge la programmazione di servizi sanitari per i turisti fragili, quali anziani, donne in stato di gravidanza, cittadini con abilità diverse, come i pazienti affetti da SLA o i bambini portatori di Bisogni Speciali, in collegamento con gli Operatori turistici e le Associazioni dei pazienti o dei genitori dei piccoli malati.

 

Colonne portanti della nuova progettualità:

 

– la telemedicina da collocare in dotazione al 118,per consentire diagnosi precoce dell’infarto del miocardio o di altre patologie importanti quali scompenso diabetico o crisi ipertensive

 

– la dotazione di defibrillatori ai Vigili Urbani del territorio, secondo il modello di Provincia cardioprotetta, promosso dall’Assessorato provinciale alle Politiche Sociali e Sanitarie

 

– il potenziamento del Sistema di Reti Amiche, per migliorare la qualità dell’accesso alle prestazioni. soprattutto per i cittadini delle frazioni oro-geograficamente più disagiate, anche attraverso il coinvolgimento dei Medici di Famiglia.

 

“Ritengo – dice il Sindaco De Lucia – molto positiva l’esperienza realizzata con la dott.ssa Gentile e la Struttura Commissariale, che garantisce una Sanità vicina ai cittadini e vacanze protette per i tanti turisti che scelgono Positano e la Costiera per le vacanze. E proprio i risultati raggiunti ed i molti apprezzamenti ricevuti mi inducono a proporre nel Comune di Positano l’istituzione del Centro Studi Sanità e Turismo, il primo in Regione Campania, finalizzato a sviluppare le tematiche di organizzazione e programmazione di servizi sanitari dedicati ai turisti, per i quali la Salute è diritto fondamentale anche in vacanza e a rafforzare nel mondo l’immagine della Costa d’Amalfi, che presenta un turismo sicuro e di qualità”.

 

 Foto Massimo Capodanno