Ad Amalfi il primo settembre è "Capodanno bizantino" con danze, piatti tipici e concerti.

0

 – AMALFI, 18 AGO – Dopo tre anni, come auspicato dal nostro quotidiano online della costiera amalfitana Positanonews , torna la manifestazione del “Capodanno Bizantino” nella veste di rievocazione storica in costume all’interno di una due giorni di intrattenimenti artistici, culturali e musicali. L’iniziativa, organizzata dal Comune di Amalfi, in collaborazione con il Comune di Atrani, ha la sua motivazione storica nel fatto che, in tutti i paesi sottoposti all’autorità dell’imperatore bizantino, l’anno civile, dal punto di vista giuridico e fiscale, iniziava il 1° settembre. In tale data avveniva l’elezione dei comites, da cui venne retta  la repubblica indipendente di Amalfi e nello stesso giorno del 1° settembre il Duca aveva la facoltà di promulgare leggi e decreti con  la formula “per hoc nostrum preceptum”.

La manifestazione si aprirà con l’incontro culturale “I fasti di Amalfi – L’età di Mansone I° e l’apogeo della Repubblica nell’orbita di Bisanzio”  negli Antichi Arsenali della Repubblica, nel pomeriggio del 31 agosto. L’avvento del Capodanno Bizantino  (1° settembre) sarà preceduto da una notte di festa, in cui andranno in scena il concerto dei Sinestra Folk Sound, oltre al Festival del Teatro di strada e dell’arte girovaga “Al Hurriya” (la Libertà) ed un’edizione speciale dell’Amalfi By Night. Per l’occasione i Musei della città e gli esercizi commerciali aderenti resteranno aperti sino a dopo mezzanotte, mentre i ristoratori offriranno un menu tipico dalle 22:00 alle 02:00.