Maiori La tragedia di capo d´Orso mentre tutti si affannavano a vedere i fuochi

0

Maiori, Costiera Amalfitana. Mentre tutti si affannavano nella ricerca di una degna posizione da cui ammirare i fuochi della conclusione della giornata di festa maiorese ed un rincorrersi di voci dava il segno che lo spettacolo stava per avere inizio, si consumava una terribile tragedia: una giovane donna, anche lei, forse, vogliosa di godere le luci ed i colori dei giochi pirotecnici, si spegneva fatalmente, tragicamente e arrivava senza vita all’ospedale Costa d’ Amalfi di Castiglione di Ravello.

Le sirene delle ambulanze, che a loro volta erano accompagnate dai carabinieri, squarciavano all’improvviso la cittadina di Maiori in festa, coinvolgendo in questo presagio di tragedia che si stava consumando anche la vicina Minori. Tutti a chiedersi cosa fosse successo, poi il tacere della domanda, il silenzio, perchè la risposta non lasciava campo a commenti di sorta, ma solo a penoso raccoglimento. La giovane salernitana, F.P. di anni trenta, ha concluso la sua breve esistenza lasciando gli amici che con lei volevano dividere la gioia di una serata di festa, increduli, sgomenti, chiusi nel dolore per la loro compagna che aveva perso la vita nel mare amico, in cui si era bagnata migliaia di volte. Ricercare le cause ed eventuali colpevoli alla giovane non serve più: lei si trova nel mondo della felicità eterna, dove non esistono nè buoni nè cattivi, nè colpevoli nè innocenti.

gaspare apicella