LIBRI_CALCIO: "Quando i sogni iniziano con la B"

0

 “Quando i sogni iniziano con la B” edito da Il Quaderno edizioni. Un libro tutto a colori con foto, vignette ed immagini che racconta il viaggio della Juve Stabia verso la serie B. Un viaggio nell´universo del tifo stabiese con aneddoti e racconti. “Si si, questa volta è serie B. È strano dirlo, non mi sembra vero ma la Juve Stabia è in serie B. Dopo 60 anni le vespe ritornano nel calcio che conta. Era il lontano 17 giugno del 1951 nello spareggio giocato a Firenze, lo Stabia, così si chiamava la società, si impose per 2-0 con una doppietta di Cereseto. Per anni ho ascoltato gli anziani ricordare quel magico momento, che durò solo un anno, sapete comm´è : tiempe belle `e `na vota. Invece quei tempi sono tornati e quello che era un sogno per quelli della mia generazione è diventata realtà…” Inizia così il libro con testi di Tonino Scala, grafica di Carlo Mosca e foto di Antonio Gargiulo, Pierluigi Martone e sito Stabia 1907. Un libro accattivante che accanto alle belle immagini parla del viaggio, dei protagonisti, non solo quelli sul campo ma anche di quelli sugli spalti, che ha portato una città a sognare. Il libro è dedicato agli operai della Fincantieri e dell´indotto con la speranza che insieme, lavoratori e cittadini (la città nel suo insieme) possano salpare verso lidi più sereni. L´autore, Tonino Scala (Krefeld – Germania 1974), è politico, giornalista pubblicista e scrittore. Tifoso pantofolaio, da divano, senza fatica. Ha riscoperto grazie a Nanni e Pippo, i suoi figli, questa sua passione. I due tifosi in erba sono addirittura riusciti a riportarlo sugli spalti del Romeo Menti. Tonino è autore di diverse pubblicazioni tra cui: Sud come sudore; Ti voglio bene Berlinguer; Con gli occhi aperti nella notte triste; Da onorata società a s.p.a., il salto di qualità della camorra; La valigia di cartone; Quaquaraquà, uomini di camorra; Sudditi, racconti dal profondo sud. Il suo ultimo lavoro Disonorevoli. Politica & Camorra: Matrimonio all´italiana, sempre edito da il quaderno edizioni. Due cose non si sarebbe mai aspettato: di vedere la Juve Stabia in serie B, di scrivere un libro sulla Juve Stabia in serie B. Nun succede, nun succede, ma si succede, sapisse che succede… era questo il tormentone che i tifosi si ripetevano con fare scaramantico prima della finale. Le due sconfitta con la Salernitana e con il Savoia erano state troppo grandi. Nessuna pia illusione, nessuna bandiera, nessuno striscione per le strade. Un clima differente rispetto alle altre due partite vissute al cardiopalma per l´accesso in serie B. C´era stata troppa delusione, la paura era troppo forte. Si pensava: non c´è due senza tre, non è vero ma ci credo … Erano state anche stampate delle t-shirt con su impresse una lettera B gigante, ma nessuno e dico nessuno aveva provato ad indossarle. Si ripeteva il tormentone: Nun succede, nun succede, ma si succede, sapisse che succede … Poi è succiese e ch´è succiese. Mamma mà! Dopo 60 anni le vespe ritornano nel calcio che conta. In un momento difficile per la città che ha la necessità di fare un salto in un categoria superiore. In una città dove si vive cu´ `o pallone, e dove si vive po´ pallone. In una città che aveva ed ha bisogno di un momento di riscatto, di una boccata d´ossigeno. Questo libro prova a raccontare il viaggio verso la B attraverso i suoi protagonisti: la squadra, i tifosi, la dirigenza, la città. Post fata resurgo … È proprio vero a volte i sogni iniziano con la B.

 

Fonte: VicoEquense online

Lascia una risposta