AMALFI: NOTTE DI VIOLENZA SULLA SPIAGGIA. RAGAZZO DI RAVELLO PRENDE A CINGHIATE DUE MINORI

0

(positanonews) – AMALFI, 5 AGO –  C’è da chiedersi perché, e non può essere solo una birra di troppo se lunedì sera  ad Amalfi un ragazzo di Ravello prende a cinghiate  dei ragazzi di Amalfi. Sembra quasi una guerra tra territori, ma non solo, una violenza gratuita, scatenatasi dopo una festa in una spiaggia.

C’è da chiedersi se è stata una ragazza carina, contesa, a far perdere la ragione, ma l’amore non può e non deve generare l’oblio della ragione, in favore della brutalità. Ci deve essere dell’altro.

C’è da chiedersi  perché nel capoluogo della costiera amalfitana, dove il turismo e il sole dovrebbe generare allegria,  sulla darsena un gruppo di ragazzi di Ravello forse per un equivoco o  per una parola di troppo, si son dati alle mani.

Non si può dare solo colpa a chi viene da Napoli, Pagani o altre parti della Campania per gli episodi di violenza a volte sono protagonisti gli stessi locali .     Le ragazze, che hanno assistito agghiacciate all’episodio si son date in fuga, mentre il ragazzo di Ravello feriva, ripetutamente a cinghiate, due minorenni di Amalfi. A un ragazzo sono stati messi  nove punti sotto un occhio mentre all’ altro medicate diverse ferite al collo.

(positanonews)