Positano Teatro Festival 2011 doppio appuntamento con Manlio Santanelli. Successo a Montepertuso

0

“Un successo che è andato oltre ogni previsione” E’ quello che ha detto il regista Gerardo d’Andrea sul palco di montepertuso questa sera prima dello straordinario spettacolo di  Manlio Santanelli “A casa dopo cena” regista che d’ Andrea ha portato in scena anche con un’altra opera  domani 2 agosto al Teatro dei Giardini con “Canta o ti sparo” .

Gli spettacoli del Positano Teatro Festival 2011 , direttore artistico  Gerardo d’ Andrea,  che hanno portato il teatro moderno nella perla della  Costiera amalfitana, voluti dall’amministrazione del sindaco Michele De Lucia,  quest’anno tutte le sere fino al 13 agosto, con ingresso gratuito e palcoscenici itineranti,  dal teatro dei giardini ai Mulini fino al borgo di Nocelle, stanno riscuotendo notevole successo di critica e di pubblico, ma nessuno immaginava questo riscontro a Montepertuso.

L’idea di “verticalizzare” gli spettacoli coinvolgendo anche le frazioni ha coinvolto maggiormente il paese e attirato anche turisti in luoghi di Positano a volte poco noti alla maggior parte delle persone attirate solo dalle spiagge.

“Lo spettacolo di Miale ‘Juve-Napoli 1-3’ ha avuto un successo strepitoso e c’è stato pure chi non ha potuto assistervi e questo mi dispiace per cui  mi scuso per i disagi che vi possono essere stati, ma questo ha dimostrato quanto successo ha avuto la manifestazione – ha esordito d’Andrea -, siamo stati modesti non ci aspettavamo un riscontro così massiccio, per l’anno prossimo a Montepertuso ci organizzeremo in maniera diversa”

Montepertuso si presenta una location suggestiva per gli spettacoli, dopo una iniziale sperimentazione l’anno scorso, voluta dall’amministrazione De Lucia,  lo spiazzo dietro la chiesa parrocchiale si è rivelato ideale, condizioni meteo permettendo, per gli spettacoli teatrali. Chi si è trovato a Montepertuso ieri sera ha trovato un luogo tranquillo, un cielo stellato sopra di noi, accoglienza, quasi l’ideale kantiano.

“Positano significa accoglienza, e qui è stata straordinaria da parte di tutti, in particolare dalle donne di Montepertuso . Con questi spettacoli in tanti hanno avuto modo di conoscere queste località di Positano – dice Gerardo d’ Andrea -, gli spettacoli itineranti voluti dal sindaco De Lucia hanno permesso anche questo di positivo”

 

Biografia di Manlio Santanelli nato a Napoli. Laureato in Filosofia del Diritto, nel 1962 entra alla Rai TV, attratto dal mondo dello spettacolo. Lì resta fino al 1980, anno in cui dà alle scene il suo primo testo teatrale, “Uscita di Emergenza”, con cui si guadagna il favore della critica e del pubblico, nonché il Premio IDI (Istituto Dramma Italiano) e il Premio dell’Associazione Nazionale Critici Italiani. Seguono numerosi altri testi. Ricordiamo per primo “Regina Madre” – commedia salutata da Ionesco come una delle più interessanti dell’ultimo decennio -, rappresentata dappertutto in Italia come nel resto dell’Europa (Germania, Svizzera, Olanda, Francia, Austria, Polonia, Romania, Russia, Georgia, Lettonia, Lituania… ovviamente nelle rispettive lingue). Attualmente si può registrare un vivo interesse da parte della Nuova Zelanda per questo testo. Esito non dissimile hanno ottenuto “L’aberrazione delle stelle fisse”, “Bellavita Carolina”, “Disturbi di memoria”, “Un eccesso di zelo”… La commedia “Pulcinella”, con Massimo Ranieri e per la regia di Maurizio Scaparro, dal 1987 (data del suo debutto) non ha smesso di girare in Italia e all’estero. “Il baciamano”, prodotto dalla “Compagnie Passeurs de Mémoires” ha debuttato nel cartellone del “Festival di Avignone 2004” (Théatre du Bourg-Neuf) ed ancora gira in Francia. Il Teatro Municipale di Kiel, Germania, ha incluso nel suo repertorio la commedia “Facchini”. L’Università di Tolosa, Francia, ha editato un volume dedicato al teatro napoletano, con particolare attenzione all’autore suddetto, di cui contiene anche le traduzioni di “Tu musica assassina” e “Facchini”.
“Le théatre du Plateau” di Fontenay sous Bois, compagnia parigina ha debuttato al Festival di Avignone 2004 con“Disturbi di memoria”, che ancora gira in Francia. “Le tre verità di Cesira” è stato rappresentato, in lingua originale, nelle maggiori città della Provenza (Francia). “Il Chiodo fisso” e “La Solita Cena” sono le ultime produzioni che hanno debuttato a Napoli riscontrando grande interesse di pubblico. Secondo la critica più autorevole, la scrittura di Manlio Santanelli ha una sua cifra molto personale: l’autore, infatti, parte quasi sempre da una realtà quotidiana e rassicurante, ma ben presto se ne allontana per esplorare i disturbi, le minacce e le “eresie” in essa contenuti. Ne sortisce un carattere grottesco che, attraverso l’ironia e il paradosso portati all’estremo, gli permettono di affrontare i temi più scabrosi e disperati, senza per questo sottrarre allo spettatore quel divertimento che un certo teatro “punitivo” gli nega per definizione.

 PER LE PRENOTAZIONI DEI POSTI PER LE SERATE DEL TEATRO CHIAMARE ANNALISA MANTELLINI 3386375715

 PROGRAMMA

1 Agosto (Lunedì) Piazzetta di Montepertuso

“A casa dopo cena” di Manlio Santanelli con Maria Basile

e Gennaro Piccirillo, regia di Roberto Capasso

 

2 Agosto (Martedì) Teatro Giardino del Tennis

“Canta o sparo” di Manlio Santanelli con Antonella

 Morea e Roberto Azzurro, regia di Fabio Cocifoglia

 

3 Agosto (Mercoledì) Teatro Giardino del Tennis

“Itagliani” di Antonella Cilento con Margherita Di Rauso,

regia Eleonora Pippo

 

4 Agosto (Giovedì) RIPOSO

 

5 Agosto (Venerdì) Teatro Giardino del Tennis

“Il Presidente” di Thomas Bernard con Imma Villa e

Paolo Coletta, regia Carlo Cerciello

 PRESENTAZIONE DEL POSITANO TEATRO FESTIVAL E PROGRAMMA

FOTO MASSIMO CAPODANNO