La costiera amalfitana si visita anche in volo

0

Da Ravello (nella foto) ad Amalfi fino a Positano e ritorno a Pontecagnano di Salerno , la costiera amalfitana offre anche dei voli turistici, non solo by road o by boat ma anche by fly . Enjoy with us on the sky sembra dirci Barba. La Costiera Amalfitana è il tratto di costa che da Punta Campanella, promontorio non lontano da Sorrento, giunge, tra dirupi e grotte, a Vietri sul Mare, alle porte di Salerno. Si tratta di un arco di terra e mare che non ha probabilmente eguali al mondo. La terra, infatti, si riduce a ben poca cosa, perché i Monti Lattari precipitano a mare spesso in verticale, creando solo qua e là insenature adatte agli insediamenti umani. Questi, pertanto, si sono dovuti adattare ed hanno inventato soluzioni abitative che stupiscono ancora oggi: Positano è un paese arrampicato sulle rocce e le case gravano sulle case; Amalfi sembra una razza adagiata sulla costa, la cui coda penetra a fondo tra i monti incombenti alle sue spalle; Atrani si mimetizza, piccolissima, tra tornanti e speroni; Ravello, infine, autentica scheggia di paradiso in terra, è fiorita non si sa come su una scarpata aerea, un piatto giardino pensile sospeso tra cielo e mare, tanto la terra sembra inessenziale. Su tutto, poi, la storia ha steso il suo lembo, ed ha modellato architetture, terrazzamenti, coltivazioni. Gli archetti del Chiostro del Paradiso di Amalfi o di Villa Rufolo di Ravello; le piantagioni di limoni, i colori della vegetazione mediterranea, i riflessi del mare e le polle zampillanti dalle rocce: dagli arabi a Boccaccio, dal Tasso a Gide, tanti intellettuali ed artisti hanno amato e cantato la “Divina” Costiera. La quale, tuttavia, svela poco alla volta i suoi segreti, che esigono occhi attenti e cura per il particolare. A meno che non si abbia la possibilità di visionarla dall’alto, da un velivolo. Se la giornata è bella (ed in Costiera il sole vince quasi sempre le nuvole) lo spettacolo che regala un volo tra mari e monti è indescrivibile: i centri abitati, sparsi come greggi qua e là, fluttuano tra l’azzurro ed il verde e paradossalmente è proprio quando i confini sfumano che i particolari irrompono e balzano agli occhi. Ecco allora un bagliore improvviso sulla superficie dell’acqua, un campanile maiolicato colpito da un raggio di sole, un frammento di macchia mediterranea arruffato tra rocce e case, il giallo intenso dei limoni, che dall’alto sembra la pennellata di un pittore impressionista. Per chi desidera sperimentare queste emozioni estetiche ed intellettuali, il giovane pilota Antonio Barba mette a disposizione la sua passione e la sua professionalità, affinata da una formazione rigorosa e da una conoscenza attenta della Costa d’Amalfi, nella quale è nato e cresciuto. Per informazioni sui voli turistici contattare il  visitare http://www.antoniobarba.net Antonio Barba. Tel.: 3663689435