La questione morale, dibattito aperto

0

Giovanni Farzati, Positano news; la questione morale? ma quale questione morale! viene da piangere; circola come una vespa la solita battuta; “sono tutti uguali, non si salva nessuno”; il potere, da un senso di onnipotenza, (purtroppo) annebbia le coscienze(spesso) ammansisce l’etica (quasi sempre) pochi, direi molto pochi, hanno la statura morale,  mosche bianche che sbattono contro il vetro.

 I politici sono l’espressione di un popolo, della sua cultura; “In Italia non si eleggono dei rappresentanti, com’è noto: si vota un partito; ne deriva che se si vuole occupare un posto di parlamentare ciò che conta è una cosa sola: guadagnarsi il favore di chi sceglie i nomi dei candidati…” la legge elettorale è fatta così, credo che cambiarla potrebbe essere un buon passo (ma!)

Non conta piacere alla “base” per essere eletti, bensì piacere al “vertice”; vuol dire che la nostra è una democrazia alla rovescia. Darci una legge elettorale che privilegi la scelta della persona sarebbe un buon inizio; cambierebbe l’atteggiamento di molti a palazzo, e anche di molti elettori, soprattutto quelli che rinunciano a votare perché “tanto sono tutti uguali”; immagino Indro Montanelli rivoltarsi nella tomba.