META SORRENTO POLIAMBULATORIO UNA VICENDA SENZA FINE

0

Meta Sorrento Penisola Sorrentina Domani si chiude la Conferenza di Servizi per il Poliambulatorio di Meta, e il Sindaco di Meta si presenterà al tavolo con l’ASL, senza un mandato espresso conferitogli dal competente Consiglio Comunale.

Cosa dirà allora Paolo Trapani? Soprattutto, chi rappresenterà? Non avendo ricevuto una delega espressamente prevista dalla Legge?

Eppure, nella seduta del Consiglio Comunale tenutasi il 28/06/2011, delibera Consiliare n°14, fu chiaramente esplicitato che il Sindaco prima di esprimere il proprio parere in sede di conferenza di servizi, doveva avere espresso mandato dal Consiglio Comunale. Infatti, la Conferenza di Servizi è disciplinata dagli artt. 14 e successivi della Legge 241/90, e il comma 6 dell’art. 14 ter, chiaramente prevede che: “Ogni amministrazione convocata partecipa alla conferenza di servizi attraverso un unico rappresentante legittimato, DALL’ORGANO COMPETENTE, ad esprimere in modo vincolante la volontà dell’amministrazione su tutte le decisioni di competenza della stessa.”. Ebbene, la legge è chiara. La volontà dell’amministrazione può essere espressa solo da un soggetto legittimato a farlo attraverso una delega dell’organo competente, che nel caso specifico è il Consiglio Comunale. Un’altra novità che si sta verificando in sede di questa conferenza di servizi, è la partecipazione al tavolo dell’assessore Tito, infatti, la legge non prevede la partecipazione di più rappresentanti al tavolo della conferenza, ma il Sindaco ha bisogno di essere sempre accompagnato!

Ma l’assessore Tito e il Sindaco, non si erano allontanati? Non c’erano ordini di partito diversi? La strategia allora potrebbe essere un’altra “A buon intenditor, poche parole.”.

Domani si concluderà la vicenda? A quanto pare non è possibile, infatti, l’atto di conclusione sarà viziato ab origine, perché chi partecipa per il Comune di Meta, non è assolutamente delegato a formulare qualsiasi proposta.

Questa vicenda è ancora più incredibile, se si considera che la giunta comunale, con delibera numero 144 del 27.06.2011, ha dato mandato ad un avvocato, per citare “Positano News”, per aver pubblicato una lettera rivolta a Paolo Trapani e a difesa del poliambulatorio. Vorrei ricordare alla Giunta, che la parcella dell’avvocato viene pagata con soldi dei cittadini di Meta. Paolo Trapani, se proprio si sente offeso da quella lettera, l’incarico all’avvocato dovrebbe darlo mettendo mano solo alla sua tasca.