Via Vecchia Marina è diventata il Far West

0

Vico Equense – Chi approda nella nostra Città via treno ha essenzialmente due scelte per raggiungere la spiaggia di Marina di Vico. C’è l’assolato percorso con i tornanti, parecchio lungo, battuto solo da scooter e qualche macchina. Oppure, la scorciatoia che dal 1° luglio del 2010 è chiusa per pericolo di frane. Il Corriere del Mezzogiorno la definì un “viottolo ripido, sudicio, pericoloso. Una discesa a mare da Camel Trophy.” E’ passato un anno ma la stradina torna a far parlare di sé. La denuncia arriva dai residenti ed è riportata dal quotidiano Metropolis. I ragazzi pur di risparmiare qualche metro scavalcano la staccionata di legno (foto), qualcuno tuttavia non si limita solo a oltrepassare, ma si trasforma anche in bullo. “Ogni giorno – chiariscono i residenti – è la stessa storia. C’è sempre qualcuno che vuole divertirsi in modo pericoloso. Lanciano vetri nelle finestre, sporcano e a volte ce li ritroviamo nel cortile di casa. Abbattono le piante, distruggono i vasi e portano via la posta dalle cassette. Siamo diventati un bersaglio e non abbiamo esitato a denunciare alle forze dell’ordine”. La discesa a mare, definita da sport estremo, è stata definitivamente chiusa con un’ordinanza, stretta tra muretti e case, è rimasta così. “Arrampicarsi su un cancello – spiegano ancora i residenti – vuol dire infrangere le regole. Se pi aggiungiamo gli atti di vandalismo, il quadro è completo… Qui abitano molte famiglie con bambini piccoli: vogliamo aspettare che qualche coccio di vetro finisca diritto in testa ai nostri figli? Non ci stiamo. E guai a chi pensa che stiamo esagerando: Via Vecchia Marina è diventata davvero il Far WEST”