Quali valori stiamo trasmettendo ai nostri figli?

0

Non a caso dico stiamo, anch’io nel mio piccolo ruolo mi sento responsabile per questa caducità di valori sempre più annientati dal nostro vivere quotidiano; una volta per tutte dobbiamo smetterla di pensare che l’educazione ai valori fondanti della nostra vita possano essere affidati in via esclusiva ai terzi.

No, non dobbiamo sottrarci a questo alto ruolo di responsabilità nei confronti dei nostri figli, dei nostri nipoti, delle nuove generazioni, dobbiamo con il nostro esempio far maturare nei giovani ciò che purtroppo man mano è andato sempre più  affievolendosi.

 

Mi riferisco in particolar modo al valore della famiglia, dell’amore, dell’amicizia, della gratitudine, del rispetto dei ruoli, sentimenti che oramai appaiono sempre più opachi e quasi privi dell’alto significato che essi  rappresentano.

 

Viviamo, è vero, in una società  alquanto degenerata, dove l’esempio di chi ci governa è tutt’altro che positivo, dove l’esempio rappresentato da alcuni mezzi dell’informazione, e qui mi riferisco in particolar modo ad alcune trasmissioni televisive e non solo, falsano la vita reale fatta di sacrifici, talvolta sofferenze,  ma anche di tante piccole gioie.

 

I giovani necessitano di esempi positivi, costruttivi, e noi altri abbiamo l’obbligo di saperli  esprimere in ogni momento della nostra quotidianità, a partire dalla famiglia, che rimane il fulcro, ovvero il fondamento della loro crescita.

Se invece, come ricordavo prima, i ragazzi, già deviati da tutto quanto gli arriva dal mondo esterno, patiscono anche in famiglia comportamenti o esempi tutt’altro che positivi, mi chiedo come possano crescere e quali valori possano attribuire alla loro vita.

Pertanto e concludo, invito tutti, me compreso, a trasmettere ai giovani quei valori, nei quali i nostri genitori ci hanno educato e i quali, probabilmente, anche noi abbiamo smarrito.

 

Felice Casalino