Presentato mister Sarri del Sorrento

0

 

 

Per il presidente Gambardella: “E’ l’allenatore giusto che può rifondare”

 

SORRENTO – Un entusiasta presidente Gambardella nella sala riunioni della sede del suo stabilimento la “Gambardella srl” ha presentato ufficialmente alla stampa il nuovo tecnico che non solo dovrà rifondare, ma anche rigenerare un entusiasmo scemato dopo le varie vicissitudini che sappiamo. Contornati da due vassoi di pasticcini secchi, coca cola ed aranciata, lo staff dirigenziale del Sorrento ha dato il via ufficiale alla conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore rossonero. Il presidente Mario Gambardella, ritrovato sia l’entusiasmo che lo smalto dei mesi passati, prima della fatidica gara play off con il Verona, passa senza esitazioni alla presentazione del neotecnico dicendo che “è l’allenatore che avevamo d’occhio ed abbiamo scelto con il direttore sportivo perché è quello giusto che deve rifondare con un programma biennale”. Queste le prime parole del presidente che non può fare altro che vedere anche al passato recente perché “con Simonelli avevamo stabilito un programma triennale per fare il salto di categoria”. Ma il futuro è vicino ed anche la ricostruzione: “Quest’anno molti calciatori sono andati via e stiamo ricostruendo per un discorso pluriennale. E speriamo in due anni di arrivare all’obiettivo”. Un obiettivo che come sta accedendo in molte squadre guarda anche al futuro, che si chiama giovani, ed infatti “ci saranno più giovani che attornieranno una rosa esperta”. Ma ecco che dopo il via dato dal premier man rossonero tocca a chi deve mettere in campo la formazione e deve ridare entusiasmo ad una piazza che per certi sembra fredda, ma mister Sarri non è scettico su questo perché “Sorrento non sarà fredda e l’approccio con la stagione è fatto con entusiasmo. Quello che ho ed è forte”. Senza barcamenarsi nei se e nei ma è contento giacchè “ho scelto Sorrento e la sua società perché sono serie”. Dopo il primo passo ecco il secondo, quello sia del parlare dei giocatori che del modulo di gioco. “I giocatori li conosco quasi tutti –dice senza pecche-, tranne Niang sul quale non ho le idee chiare, ma altri come Terra e Togni li ho avuti ad Arezzo. Poi  speriamo di aver nella rosa anche dei giovani di ottimo valore, vedremo! Perché in questo momento è difficile. Il modulo che prediligo è il 4-2-3-1, ma a secondo delle situazioni che si vengono a creare ci adatteremo”. Da li il salto è sui giovani che ha disposizione, Armellino, Corsetti e gli altri che si sono aggregati, anche due nuovi sotto osservazione, lo svizzero-croato Mihalovic ed un marocchino El Ouazni (1991). Il mister dalla “c” aspirata alla toscana, parlando di Corsetti ribadisce che “mi aspetto che faccia più e più partite dello scorso anno, e fu uno dei primi calciatori di cui chiesi la riconferma”. Ma l’interesse di tutti e sulla squadra e su chi arriverà al posto dei vari Erpen, Paulinho e Manco, la risposta sia del presidente Gambardella e senza indugi, perché  ci “stiamo attivando non solo per l’attacco ma anche per gli altri settori. Siamo a buon punto ed a breve completeremo la rosa”. Il breve è proprio breve perché nella rosa che partirà il 23 luglio per il ritiro di San Quirico d’Orcia, in provincia di Siena, ci saranno altri due calciatori (Romeo, ex Palermo e forse Ginestra sul quale ci sono gli occhi puntati) che vedremo in campo in questa nuova stagione, mancano solo dei dettagli. Ed ecco che entra, e non poteva essere che così, in scena sua maestà “il mercato”, si perché nella pentola bolle acqua che metterà a cuocere la pasta in poche ore, ed ecco che seduto al tavolo il direttore sportivo Salvatore Avallone in poche battute dice che “credo che a breve prenderemo un altro attaccante (forse è già fatto anche perché sta in zona), poi nel mercato ne cercheremo qualche altro (che con molta probabilità arriverà). Sugli altri ruoli vedremo”. I nomi sono sempre quelli che girano, anche se in avanti forse già l’orizzonte è visibile, ma “sono giocatori che stiamo seguendo e dopo vedremo quali possono arrivare”.

  

       Sede della “Gambardella Cash srl”             Salvatore Avallone

 

GIUSEPPE SPASIANO

 

Lascia una risposta