POLITICA: La via populista alle riforme

0

Sulla destra regionale si abbatte una grandinata fuori stagione. Dopo Cosentino, finiscono nelle inchieste dei pm e sulle prime pagine dei giornali Alberico Gambino e Alfredo Papa, Luigi Cesaro e Marco Milanese. E, al di là della doverosa presunzione d’innocenza, la via giudiziaria non sembra dilagare per caso. Quel che, in realtà, la destra paga è il conto salatissimo della propria debolezza egemonica, del suo isolamento culturale e della (conseguente) reticenza a governare. Le amministrazioni di Provincia e Regione stanno incontrando serie difficoltà nel rapporto con Roma, nella gestione dei punti di crisi, nella proposta di iniziative che superino l’ostracismo dell’opinione di sinistra. Caldoro regge la Campania da oltre un anno, ma non ha guadagnato consensi, anzi sembra perderne giorno dopo giorno. E basta spostarsi dall’altra parte della barricata per capire cosa significhi egemonia e capacità di governo.

 

 Fonte: Paolo Macry da il Corriere del Mezzogiorno

Lascia una risposta