Santa Maria di Castellabate, sulla rotta dei turisti

0

 

L’estate 2011, serenità e relax, per stemperare il sangue amaro accumulato, vivere il territorio di Castellabate e il Cilento, aperti per ferie, scoprire trattorie dove si servono ragù antichi per chi non ne può più di sushi e finger food.

 Diario di strada. Dove e quando; bottiglie di vetro da mettere nella campana di raccolta, sarà stata una dimenticanza, un signore di Santa Maria le stava lasciando fuori dalla campana, zac, la multa (giusta). 

Metà luglio, si viaggia a grandi passi verso il cuore dell’estate cilentana, primo test per il turismo, per testare la forza del settore, numerose le presenze a Pollica, Castellabate, Ascea, Palinuro; comitive di tedeschi in giro per i paesi dell’interno in bicicletta.

Traffico intenso nei fine settimana, dall’A3 verso la costa del Cilento; traffico intenso la domenica sera, lungo la statale 18 che porta a Salerno Napoli.

Nei paesi della collina cilentana, alte le richieste di fittare case, vendere case, terreni, un mercato che si rafforza ogni giorno di più.

Giovanni Farzati

 

Lascia una risposta