CAVA DE TIRRENI. Cstp in Regione per la ridistribuzione dei finanziamenti

0

Questa mattina nella IV commissione regionale ai Trasporti di cui è presidente l’on. Domenico De Siano è approdato il caso “Cstp”. L’on. Giovanni Baldi, componente della commissione, ha introdotto l’argomento sostenuto dal sindaco di Cava Marco Galdi, alla presenza dei sindacati di categoria. L’assessore ai Trasporti Sergio Vetrella era assente perché impegnato in un viaggio istituzionale fuori regione. Il sindaco e l’on. Baldi hanno sottoposto alla commissione le loro preoccupazioni per i disagi che stanno subendo le popolazioni salernitane e, nel caso specifico, cavesi dopo il ridimensionamento del servizio. Il presidente del Consiglio comunale, Antonio Barbuti e i rappresentanti delle opposizioni consiliari Enzo Servalli e Michele Mazzeo, pur convocati per l’audizione, non sono riusciti ad essere presenti per un blocco sull’autostrada a cui hanno dato vita i lavoratori dell’ospedale Maresca di Torre del Greco. Ma attraverso il sindaco e l’on. Baldi hanno fatto arrivare al presidente De Siano anche le loro preoccupazioni, facendo inoltre richiesta di una riconvocazione della commissione regionale ai Trasporti. «Abbiamo rappresentato alla commissione le diversità di trattamento che l’attuale distribuzione dei finanziamenti alle varie province prevede – ha sottolineato il sindaco Marco Galdi – chiediamo un riequilibrio significativo per quelle province come la nostra dove il trasporto su gomma è prevalente rispetto a quello su ferro». «Anche nel corso dell’audizione di oggi – ha dichiarato l’on Giovanni Baldi – è emerso che nella delibera della giunta Caldoro è già previsto che dopo la prima fase in cui le risorse sono state distribuite proporzionalmente al numero di abitanti si attui un riequilibrio delle risorse in ragione del fatto che il Salernitano è una provincia in cui è preponderante il trasporto si gomma rispetto a quello su ferro». Il sindaco Galdi ha concluso: «Chiedo all’on. Baldi, che ringrazio ancora una volta per l’impegno che sta mettendo nel presentare ai tavoli regionali tutte le nostre problematiche, di perseverare nella vigilanza sull’azione regionale nel caso del trasporto pubblico affinché si realizzi al più presto questo riequilibrio. Ciò ci permetterà di ottenere altri 300 mila euro di finanziamento che si tradurranno in oltre 150 mila chilometri. Sicuramente utili per riorganizzare al meglio, e a favore della cittadinanza, su tutto il territorio di Cava de’Tirreni il servizio di trasporto pubblico»

CAVAREPORTER

Lascia una risposta