SINDACO: LA SALERNITANA FACCIAMOLA PRENDERE AL COMUNE!

0

In merito alle ultime vicende che hanno visto la Salernitana cancellata dal “Calcio che conta”, e che quindi dovrà ripartire dal campionato Interregionale, è intervenuto il Consigliere Nazionale dell F. I. G. C. nonchè Consigliere Comunale di Salerno Salvatore Gagliano che ha dichiarato: tutto questo è inaccettabile. Ora di certo nasceranno come i funghi gruppi di potenziali acquirenti che avranno come obiettivi  quelli di farsi pubblicità gratuita o presumibilmente mettere le mani sulla Salernitana. A questo punto è giunto il momento di dire basta. Salerno città e Salerno sportiva non meritano tutto questo. Lancio allora una proposta che, se attuata, almeno porterà chiarezza e trasparenza nel futuro di una neonata società che si andrà a costituire. L’articolo n. 83 dello Statuto Comunale di Salerno, recita:  – il Consiglio comunale può promuovere la costituzione di Società per Azioni a prevalente capitale pubblico, con la partecipazione di altri soggetti pubblici o privati, per la gestione di servizi pubblici in settori economici che, per la loro natura ed importanza, richiedono una adeguata organizzazione di impresa e rilevanti investimenti finanziari. – Allora mi chiedo, perchè non costituire una società per azioni per trovare una soluzione a tutto ciò e proporre quindi una concreta ed incisiva proposta? Mi affiderò a professionisti seri che sappiano trovare i giusti cavilli per far si che il Comune possa gestire la Salernitana Calcio avendo la possibilità di essere socio di maggioranza, ma cooptando nel contempo imprenditori seri che amano Salerno e che dovranno impegnarsi a dimostrare coi fatti tale amore e passione per la nostra società. In tale società, dovrà essere rappresentata anche la tifoseria che sarà chiamata ad esprimere un proprio rappresentante, il quale potrà in tempo reale conoscere le spese di gestione.

Insomma dovrà essere una gestione all’insegna della trasparenza  e che sappia  creare i giusti presupposti anche per eventuali successivi passaggi di consegna, senza brancolare nel buio, così come accaduto fino ad oggi. Per costituire tutto ciò, si andrà a creare una società alla quale oltre che affidare la gestione della Salernitana Calcio, avrà come oggetto l’intera gestione dell’impiantistica sportiva della città, quella già esistente e tutte le nuove realizzazioni (palazzetto dello sport) che di qui a poco ci si augura verrà realizzata, mettendo quindi un po’ d’ordine anche in questo campo, vista la tanta insoddisfazione di tante squadre dilettanti impossibilitate a sostenere gli eccessivi costi dei campi sportivi salernitani.

Il tempo c’è!!! Lunedì nel corso del Consiglio Federale della F. I. G. C. a cui parteciperò, saranno stabiliti i criteri e i tempi di iscrizione al campionato interregionale, oltre che i relativi versamenti da effettuare.

 Il 25 Luglio prossimo è previsto un Consiglio Comunale a Salerno e allora chiedo al Sindaco De Luca, considerata la sua estrema concretezza e praticità, perchè non inseriamo all’ordine del giorno anche l’argomento della costituzione di una S. P. A. atta a gestire la totalità dello sport a Salerno? Mi auguro che tutto ciò possa accadere. Sarebbe questo un valido modo per ridare voce e fiducia alla tifoseria delusa in seguito a tale disastro sportivo, restituendo alla stessa un minimo di speranza per confidare in un ritorno in tempi brevi nel “Calcio che conta”. Sono certo che tutto questo potrà avvenire a condizione che la gestione sia affidata a persone oneste, capaci, competenti e soprattutto amanti di Salerno, requisiti questi che fino ad oggi non è stato facile trovare.>>

Di fronte ad una situazione di tale genere anche lo stesso Lombardi dimostrerà di condividere tale iniziativa mettendo a disposizione della costituente società sia maglia che simbolo, visto che l’eventuale contrasto non sarebbe più nei confronti di un privato ma nei confronti della città di Salerno. De Luca, che ha dimostrato grandi capacità in battaglie ben più impegnative, sono sicuro che con la sua volontà e disponibilità, anche saprà condurre a buon fine anche questa sfida.