L´ACCIDIA -MOSTRA A SAN GIORGIO A CREMANO 17 ARTISTI DA 14 NAZIONI A VILLA VANNUCCHI PER IL FINESSAGE

0

Domenica 17 Luglio si conclude nello scenario settecentesca Villa Vannucchi in San Giorgio a Cremano la mostra internazionale d’arte contemporanea, “Accidia”, dell’ambizioso progetto, “Seven”, promosso dall’Associzione Spaziotempo di Roberto Ronca con il Patrocinio del Parlamento Europeo, Regione Campania, Provincia di Napoli, Comune di San Giorgio a Cremano, Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia, hanno dato al progetto “Seven- Accidia” che attraverso le opere esposte vuole dare una propria interpretazione del terzo peccato capitale, ma nel contempo vuole fissare l’attenzione sul seven ovvero il numero 7 come di Roberto Ronca curatore dell’evento il quale ci dice: ” Il 7 è un grande evento che vuole attirare l’attenzione dell’artista e dello spettatore sulla complessità di interpretare con immagini attuali, al di fuori della iconografia classica, un pensiero antico, ed ecco perchè 17 peccati capitali possono essere uno stimolo verso l’intepretazione libera, oggi più di ieri possiamo dare momenti diversi grazie al nuovo linguaggio artistico di artisti contemporanei i quali vivono la propria realtà. Ogni peccato viene sviscerato, osservato, fissato, ricordato questa è l’ambizione di Seven”. Chiude l’evento la perfomance critica di Vincenzo Mazzarella il quale attraverso un testo teatrale scritto e diretto dallo stesso Mazzarella con le musiche scritte da Saverio D’Andrea, e suonate dal pianista Vittorio Emanuele Copioso, daranno modo al pubblico di celebrare attraverso il teatro e la musica i sette peccati capitali, in particolar modo parlando dell’Accidia, i testi teatrali e musicali del tutto inediti verranno prossimamente raccolti in uno spettacolo dal titolo “Settevizi” che vedrà la fusione di danza, musica , teatro e l’arte pittorica .Sul palco insieme all’autore Vincenzo Mazzarella vi sarà Mariarosaria Amato. Gli artisti che hanno partecipato all’evento con circa 119 opere provenienti da: Italia, Spagna, Austria, Russia, Camerun, Giappone, Israele, Polonia, Germania, Ukraina, Danimarca, Marocco,Grecia, Romania e Bielorussia. Questo evento ha riscosso grande interesse di pubblico e di critica come accaduto precedentemente con “Gola” ed “Invidia” il prossimo evento sarà : “SUPERBIA” dal 19 novembre all’11 dicembre 2011. Progetto è stato curato da Roberto Ronca. In questi percorsi molto affascinanti fanno si che colui che esgue, cioè l’artista e colui che guarda il pubblico diventano tutt’uno cercando entrambi di evadere dal caos della vita quotidiana della società moderna cercando di vivere nuove dimensioni spirituali in una chiave di lettura del tutto nuova dove l’uomo si umanizza, e nel contempo diventa umanista riprendendo i valori dimenticati.

 

 

Giovanni Cardone